CALCIO 

Pescara, Stendardo lascia il calcio. Giocò sei mesi nella Juventus

PESCARA – Willy Stendardo lascia il calcio. Il difensore ha rescisso in anticipo di quattro mesi il contratto che lo legava al Pescara. Si chiude qui una carriera di alto profilo. Il centrale 37enne, infatti, è un ex di Juventus (giocò sei mesi in prestito in bianconero raccogliendo 6 presenze nel 2008), Napoli, Salernitana, Catania, Lazio, Perugia, Atalanta, Sampdoria e Lecce. Stendardo è avvocato da quasi quattro anni, mentre giocava ha appeso al muro una laurea in giurisprudenza“Ringrazio il Pescara e tutta la tifoseria. Mi dispiace non aver potuto dare un contributo. Abbiamo raggiunto un accordo. Mi auguro che ci sia un futuro. Ringrazio il presidente per l’onestà e la sincerità con cui si è sempre rapportato a me. Non vado via da Pescara. Chiudo solo col calcio giocato. Già stavo preparando questa uscita. Sono avvocato. In futuro vorrei tutelare gli interessi dei calciatori. Resterò a Pescara a vivere. È una città nella quale mi trovo a meraviglia“, ha detto dopo l’addio al calcio.

IL PRESIDENTE – Così Sebastiani“Oggi ci tenevo ad essere con Stendardo che è un giocatore che a Pescara non ha avuto grande fortuna. Abbiamo deciso di risolvere il contratto perché con lui si chiude una porta e forse si aprirà in futuro un portone perché Stendardo è stato un bravo giocatore ed è un ragazzo perbene e con cui ci siamo trovati sempre in sintonia”.

Related posts