CALCIO EDITORIALE 

MODRIC LA MARCHETTA D’ORO DI BOBAN,IL PALLONE D’ORO ORMAI HA PERSO OGNI FASCINO di Sergio Vessicchio

Da tempo non credo più alla valenza del pallone d’oro.E’solo una sporca marchetta se è vero come è vero che viene dato a convenienza e a situazioni più o meno commerciali.Non posso credere che Messi e Ronaldo ne abbiamo vinto 2 in più di Platini il più grande di tutti i tempi dopo Maradona,Pelè e Maradona non lo hanno vinto perchè al loro tempo si assegnava solo ai giocatori europei.Abbiamo pensato fosse una marchetta da quando non lo hanno dato a campioni assoluti come Del Piero,Ibraimovic,Buffon,Maldini e forse anche Baresi tanto per fare qualche nome.In molti si sono meravigliati che lo ha vinto Modric un vecchietto magro,senza sussulti e con un Real Madrid in caduta libera.Noi no perchè sappiamo che il pallone d’oro è una marchetta senza contegno ma lo sostenevamo soprattutto quando lo vincevano ad intermittenza Cristiano Ronaldo e Messi pompati dai loro sponsor di riferimento e in perfetta sintonia con l’organizzazione della marchetta d’oro.Da quando Boban è diventato vice segretario della Fifa le cose sono cambiate. Boban è un croato ed è il vero  vero sponsor di Modric tanto da portarlo a vincere tutto ciò che c’è da vincere a livello individuale in questo anno solare vincendo solo la coppa dei campioni vinta peraltro insieme ad altri 25 calciatori della rosa alcuni dei quali con meriti molto maggiori di Modric e che avrebbero meritato tutti di vincerlo.Una porcheria mondiale quella di darlo a questo calciatore salito poi alla ribalta delle cronache solo negli ultimi tempi e guarda caso dopo che Boban è stato nominato vice segretario generale della Fifa.I temi politici riguardanti la Croazia sono stati la piattaforma sulla quale ha lavorato Boban riuscendo a far vincere il pallone d’oro al suo connazionale.Una vergogna.Modric diventa così il primo croato della storia a vincere l’ambito riconoscimento e anche il primo giocatore dell’ex Jugoslavia, dal momento che Davor Suker, proprio 20 anni fa, si fermò al secondo posto dietro a Zinedine Zidane. A votare “Lukita”, come lo chiamano i compagni di squadra, sono stati 180 giornalisti di 180 nazioni differenti: ogni votante ha scelto la sua top 5 dando 6 punti al primo, 4 al secondo, 3 al terzo, 2 al quarto e 1 al quinto.Boban dunque ce l’ha fatta a mettere un suo connazionale al primo posto del pallone d’oro.Per quello che serve ormai visto che questo premio è diventato una marchetta internazionale.Modric va bene ma per il pallone di cuoio.Per quello d’oro bisogna tornare a molti anni dietro.Sergio Vessicchio

MODRIC UN’ANNATA INDIMENTICABILE PIENA DI SUCCESSI 

Modric raccoglie il premio di France Football al termine di un’annata memorabile, con la vittoria della Champions League col suo Real Madrid e la finale al Mondiale con la Croazia, dove è stato eletto miglior calciatore della manifestazione. Dopo il The Best Fifa, il premio calciatore dell’anno Uefa e quello di miglior giocatore del 2018 assegnato dalla Federazione Internazionale di Storia e Statistica del Calcio (IFFHS), il centrocampista croato conquista così anche la prestigiosa statuetta che leggende come Iniesta e Pirlo, Totti e Del Piero, Raul e Gerrard, tanto per fare qualche esempio, non hanno mai vinto.

CURIOSITA’ DEL PREMIO: SERIE A INESISTENTE, TANTA LIGA – Dalla classifica finale del Pallone d’Oro emergono alcune curiosità e statistiche che non sono esattamente confortanti per il nostro Paese. Tra i 30 classificati non c’è infatti nemmeno un italiano e l’unico giocatore proveniente dalla Serie A è Mario Mandzukic, al 25esimo posto.
La Liga spagnola, come al solito, domina per numero di candidati: sono 14 in totale. Bale, Benzema, Courtois, Isco, Marcelo, Modric, Varane e Ramos per il Real Madrid; Godín, Griezmann, e Oblak come rappresentanti dell’Atletico Madrid e Rakitic, Luis Suárez e Messi del Barcellona.

TROFEO KOPA A MBAPPE’ – Kylian Mbappè vince la prima edizione del Trofeo Kopa, il riconoscimento istituito da “France Football” per il miglior under 21 dell’anno. In corsa c’erano anche due italiani, i milanisti Gigio Donnarumma e Patrick Cutrone.

DONNE, VINCE NORVEGESE HEGERBERG – Ada Hegerberg è la vincitrice del primo “Pallone d’Oro femminile. L’attaccante norvegese è stata protagonista nel 2018 col Lione, con cui ha centrato la vittoria di campionato francese e Champions.

LA LISTA COMPLETA DEL PALLONE D’ORO:
1. Luka Modric (Croazia, Real Madrid).
2. Cristiano Ronaldo (Portogallo, Real Madrid, Juventus).
3. Antoine Griezmann (Francia, Atletico Madrid).
4. Kylian Mbappé (Francia, Psg).
5. Lionel Messi (Argentina, Barcellona).
6. Mohamed Salah (Egitto, Liverpool).
7. Raphael Varane (Francia, Real Madrid).
8. Eden Hazard (Belgio, Chelsea).
9. Kevin De Bruyne (Belgio, Manchester City).
10. Harry Kane (Inghilterra, Tottenham).
11. N’Golo Kantè (Francia, Chelsea).
12. Neymar (Brasile, Psg).
13. Luis Suarez (Uruguay, Barcellona).
14. Thibaut Courtois (Belgio, Chelsea, Real Madrid).
15. Paul Pogba (Francia, Manchester United).
16. Sergio Aguero (Argentina, Manchester City).
17. Gareth Bale (Galles, Real Madrid).
18. Karim Benzema (Francia, Real Madrid).
19. Roberto Firmino (Brasile, Liverpool).
20. Ivan Rakitic (Croazia, Barcellona).
21. Sergio Ramos (Spagna, Real Madrid).
22. Sadio Mané (Senegal, Liverpool).
23. Edinson Cavani (Uruguay, PSG).
24. Marcelo (Brasile, Real Madrid).
25. Mario Mandzukic (Croazia, Juventus).
26. Jan Oblak (Slovenia, Atletico Madrid).
27. Alisson Becker (Brasile, Roma/Liverpool).
28. Diego Godin (Uruguay, Atletico Madrid).
29. Isco (Spagna, Real Madrid).
30. Hugo Lloris (Francia, Tottenham).

Related posts