napoliCOPPE EUROPEE 

EUROPA LEAGUE, VITTORIE IMPORTANTI PER NAPOLI E INTER




Ritornano in campo le squadre italiane impegnate in Europa League. Tutto facile per il Napoli che sul campo dello Zurigo si impone 3-1. Il primo tempo si mette subito bene per gli uomini di mister Ancelotti che realizzano il gol del vantaggio all’ 11′ con Insigne che insacca in rete l’assist di Milik. Passano soli dieci minuti e la squadra partenopea realizza il gol del raddoppio firmato da Callejon sfruttando al meglio l’assist di Malcuit. Il resto del primo tempo vede l’esclusivo dominio del Napoli che potrebbe segnare anche il terzo gol. Nella ripresa il Napoli continua a dominare sfiorando il tris con Milik, Koulibaly e Zielinski, tuttavia lo Zurigo si rende comunque pericoloso in occasioni sporadiche. Al 76′ Zielinski semina il panico in area svizzera per poi mettere il pallone alle spalle del portiere con una gran conclusione che porta il Napoli sul 3-0. All’83’ un fallo di mano in area di Maksimovic procura un calcio di rigore per lo Zurigo trasformato in pallonetto Kololli, 1-3. Nei minuti di recupero lo Zurigo va vicinissimo al 3-2 colpendo traversa, palo e Meret che si oppone sul tapin sotto porta di Khelifi. Sulla conclusione di Ounas respinta in angolo, l’arbitro mette fine alla partita sancendo la vittoria del Napoli per 3-1. Francesco Nettuno

Marcatori: 11′ pt Insigne (N), 21′ pt Callejon (N), 23′ st Zielinski (N), 38′ st Kololli rig (Z).

Assist: 11′ pt Milik, 21′ pt Malcuit

ZURIGO (3-4-3): Brecher; Nef, Bangura, Maxso; Untersee, Kryeziu, Domgjoni (1′ st Marchesano), Kharabadze; Winter (22′ st Ceesay), Odey (35′ st Khelifi), Kololli. All. Magnin

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam (33′ st Luperto); Callejon, Allan (15′ st Diawara), Fabian, Zielinski; Insigne (23′ st Ounas), Milik. All. Ancelotti.

Arbitro: Matic (SRB)

Ammoniti: 24′ pt Untersee (Z), 14′ st  Kryeziu, 34′ st Diawara (N), 37′ st Maksimovic (N)


L’Inter vince 1-0 in trasferta contro il Rapid Vienna grazie ad un gol su calcio di rigore trasformato da Lautaro Martinez al 39′ del primo tempo. Nel secondo tempo cala il ritmo, tuttavia i nerazzurri riescono comunque a mantenere l’importante vantaggio in vista della gara di ritorno al “Meazza”. La società nerazzurra prova dunque a risollevarsi dopo le aspre polemiche riguardanti il cambio di capitano.

Rapid Vienna (4-2-3-1): Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Bolingoli; Grahovac (20′ st Knasmullner), Ljubicic; Thurnwald (8′ st Schobesberger), Schwab, Ivan; Berisha (37′ st Murg). A disp.: Knoflach, Muldur, Martic, Auer, . All.: Kuhbauer

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, De Vrij, Miranda, Asamoah; Vecino, Borja Valero; Politano (33′ st Candreva), Nainggolan (36′ st D’Ambrosio), Perisic; Martinez. A disp.: Padelli, Ranocchia, Schirò, Nolan, Roric. All.: Spalletti

Arbitro: Stieler (Germania)

Marcatori: 39′ rig. Martinez

Ammoniti: Sonnleitner, Hofmann, Berisha, Potzmann (R); Martinez, Cedric, D’Ambrosio, Candreva (I)



Related posts