juventusEDITORIALE 

ALLEGRI NON SARA’ MAI JUVENTINO,NON PUO’ CAPIRE di Paolo Scola

Purtroppo Allegri non ha il DNA juventino. Non capirà mai cosa significhi essere Juventino, sa cosa significhi essere un dipendente della Juventus, incassare il ricco ingaggio, gioire persino per le vittorie ma non capirà mai il nostro DNA e l’essere rimasto 5 anni a Torino non è servito a nulla da questo punto di vista.
Sono sicuro che non conosce neppure bene la nostra storia.
Dubito abbia mai preso in mano un libro sulla Juventus, un almanacco, per capire fino in fondo la grandezza di questa società, la fortuna soprattutto che ha avuto ad esserci transitato quando tutti lo vedevano come un appestato offeso un giorno si e l’altro pure da quel presidente Berlusconi che ieri sera declamava come un anfitrione dell’Europa che conta.
Un allenatore non deve essere per forza un tifoso ma non può neppure permettersi di bistrattare la storia di un club che ha visto passare fior di palloni d’oro, immensi campioni del mondo, che ha vinto tutte le competizioni internazionali, che ha disputato 9 finali di Coppa dei Campioni di cui due con lui alla guida.
Ma evidentemente il primo a non credere in noi in quelle finali era proprio l’allenatore.
Adesso potete anche riconfermarlo, quelli come me dormiranno il sonno dei giusti sapendo di stare dalla parte buona, sempre dalla stessa dal 1897 .Paolo Scola

WWW.CANALECINQUETV.IT

Related posts