JUVENTUS 

CONTE LASCIO’ UNA FERRARI,ALLEGRI HA LASCIATO SOLO MACERIE

CONTE I BIDONI LI TRASFORMAVA IN CAMPIONI,ALLEGRI I CAMPIONI LI HA TRASFORMATI IN BIDONI

In molti si chiedono se era più facile il dopo Conte o se è più facile il dopo Allegri.Forse la domanda va posta se è più difficile il dopo dei due.Bando alle chiachiere veniamo al dunque.Dopo Conte era facilissimo perchè l’ex capitano bianconero aveva esaltato i presupposti per aprire il ciclo vincente.Allegri si è trovato la Ferrari in mano.La Juventus ha fatto poi anche grandissimi investimenti fino addirittura a Cristiano Ronaldo.

Antonio Conte lasciò una squadra con una precisa identità di gioco, alla quale ricorrere nei momenti di difficoltà. Quando le cose non funzionarono, la Juve tornò serenamente al 3-5-2 per avere una solidità che BBC (Barzagli, Bonucci, Chiellini) e VPP (Vidal, Pirlo, Pogba) garantivano senza ombra di dubbio. Oggi la Juve non ha più questa identità: è una squadra “liquida” che si adatta, ma che è reduce da una stagione in cui tutti i suoi reparti hanno affrontato difficoltà,Allegri l’ha rivoltata come un calzino cambiando continuamente con scrizzofenie tattiche vergognose e riducendola in un colabrodo.

Nell’era Conte tanti gregari nella squadra di Conte, accanto a campioni acclarati hanno preso le cose positive. Campioni che però avevano lo stesso spirito umile e la stessa attitudine al lavoro dei “soldatini”. Oggi giocatori sono logorati dal non gioco,dalla sciattezza di Allegri,dalla sua superbia,dal non aversli saputi valorizzare trasformando un ambiente in una bolgia: le storie di litigi, ammutinamenti, feste, punizioni e infortuni inventatisono la testimonianza del suo scarso impegno e della sua mediocrità,i giocatori hanno finito per mettrsi in discussione e sono stati mortificati dal cambio di ruolo,dal repentino cambio di moduli e dalle caratteristiche diverse rispetto al 4-3 e confusione di Allegri . I giocatori volevano dimostrare di non essere “finiti”,ma hann finito per peggiorare la loro situazione. E attenzione a questo lunghissimo calo di concentrazione, che si protrarrà da aprile fino ad agosto, con la riapertura del campionato: anche la tensione è utile come allenamento.Il nuovo allenatore deve lavorare anche su questo.Recuperare la condizione e la tenuta psicologica.Fu un cavallo di battaglia di Conte,oggi la squadra è in una condizione psicologica pietosa perchè Allegri l’ha lasciata in questo modo.

Oggi in tanti pensano che il nuovo allenatore possa tirar fuori di più da questo gruppo: in sostanza, si aspettano risultati difficili da raggiungere, come la vittoria in Champions League. Il fatto che per alcuni giocatori (Chiellini, Matuidi, Khedira e Ronaldo su tutti) si stia chiudendo una finestra importante della loro carriera, non aiuterà.Allegri non ha saputo formare un gruppo solido,ha smantellato la squadra con maumori e dissensi interni

Grandi investimenti con l’arrivo di Allegri e il budget a disposizione per il mercato è sempre aumentato, da Higuain e Pjanic fino a Ronaldo e Cancelo. La certezza è che oggi siamo in una fase molto delicata, in attesa che avvenga un rilancio dal punto di vista delle entrate commerciali che possa consentire nuovi investimenti. Si badi bene: la Juventus per sistemare i bilanci quest’anno ha messo in pancia qualcosa intorno ai 150 milioni di plusvalenze. E’ molto difficile che questo si possa ripetere, mentre non è da escludere che certi “aiuti” ricevuti non debbano essere ricompensati in futuro. Uno dei motivi dell’addio di Allegri sta proprio nelle divergenze sul mercato, che non erano di tipo tecnico, quanto economico e con grande disonestà non ammetteva che dei giocatori ne faceva usa e getta senza valorizzarne uno e deprezzandoli tutti.Conte invece i bidoni li faceva diventare campioni,mentre Allegri i Campioni li ha fatti diventare bidoni.Conte ha fatto vincere la Juventus del dopo calciopoli e del dopo doppio fallimento(due settimi posti),la Juventus ha fatto vincere Allegri.La differenza è sostanziale.Conte si comportò malissimo con la Juventus lasciandola e trattandola in quel modo e Allegri si è comportato male con i giocatori lasciando solo macerie.Domani chi arriva però trova la Juventus,una grande società,una grande storia.Gli allenatori passano la Juventus resta.Sergio Vessicchio

WWW.CANALECINQUETV.IT

Related posts