JUVENTUS 

LA JUVENTUS VINCE SULLA SPAL MA É MOSCIA 2-0

Juventus, che supera la Spal per 2-0, pur con una partenza al rallentatore, e si avvicina con il vento in poppa al doppio appuntamento della prossima settimana con il Bayer Leverkusen in Champions e con l’Inter per la supremazia in campionato. Le reti di Pjanic al 45′ del primo tempo, la seconda consecutiva dopo quella di Brescia, e di Ronaldo al 33′ della ripresa hanno permesso ai bianconeri di concretizzare una supremazia schiacciante durata per tutta la partita, frutto dell’atteggiamento arrendevole della Spal nel primo tempo e di quello propositivo dei bianconeri nel secondo. Partita dai due volti quella che ha registrato il record di presenze in un club italiano di Buffon, 903 tra campionato e coppe, abbastanza per staccare anche Maldini: dopo un primo tempo decisamente noioso, sbloccato solo nel finale dalla prodezza balistica di Pjanic deviata da Valdifiori, nella ripresa Dybala e Ronaldo hanno avuto diverse occasioni per dilagare, tutte quante neutralizzate da un Berisha in stato di grazia. Il portiere albanese della Spal è stato il migliore in campo, distribuendo interventi provvidenziali in uscita e tra i pali, risultando incolpevole sul gol di Pjanic e sul raddoppio di CR7. La squadra di Semplici, ancora relegata al fondo della classifica, e oggi con tre assenze pesanti (Kurtic, Di Francesco e D’Alessandro) ha pagato la poca intraprendenza collettiva e l’inesperienza di Moncini, all’esordio in Serie A: l’attaccante cresciuto nel settore giovanile della Juventus ha lasciato troppo solo Petagna, spesso sovrastato da De Ligt e Bonucci.

Sarri: “avvio difficile poi buon secondo tempo” – “Abbiamo avuto qualche difficoltà a trovare il ritmo nella fase iniziale, quando loro si chiudevano con ordine, poi abbiamo concluso bene il tempo e fatto meglio nel secondo, creando molto e concesso poco”. Così l’allenatore della Juventus, Maurizio Sarri, dopo la vittoria sulla Spal. “Dybala ha giocato bene, anche Ronaldo è stato vivace con tre o quattro palle gol – ha detto ancora il tecnico ai microfoni di Sky Sport – Con Higuain che sta bene, chiunque scegli dei tre la risposta è positiva”. Sarri non parla dell’Inter, che affronterà tra una settimana, “Stiamo giocando spesso e ci concentriamo sulle squadre da affrontare, stasera guarderò il Bayer Leverkusen. Leggo che stanno facendo benissimo, non avevo dubbi, il campionato sarà più difficile e combattuto”.

Related posts