JUVENTUS 

LO JUVENTUS HOTEL E’ STATO APERTO

Un’inaugurazione… non ordinaria per un hotel unico. Si è da poco concluso il taglio del nastro ufficiale del primo albergo italiano nato in collaborazione con un Club calcistico, il J|Hotel.

Un progetto reso possibile dall’incontro di Lindbergh Hotels, uno dei maggiori esponenti dell’imprenditoria turistica italiana, con la Juventus, che ha aperto i battenti lo scorso 24 agosto in una zona strategica di Torino, non distante dall’aeroporto di Caselle; nel cuore dell’area denominata J|Village, vicino all’Allianz Stadium, allo Juventus Training Center, al J|Medical e alla WINS-World International School.

Si diceva, una cerimonia non ordinaria: non un taglio del nastro, ma un vero e proprio unveiling, alla presenza di Capitan Chiellini («Questo Hotel è bellissimo e confortevole, ed è per noi davvero una seconda casa, un luogo che sentiamo nostro. Oggi parte una nuova avventura, una svolta e un altro tassello di crescita per la Juventus», le sue parole), dei partner nel progetto e di Chef Davide Scabin, che al termine della fase più istituzionale ha dato il via alla cena di inaugurazione.

Perché il J|Hotel è unico: intanto, un’intera ala è dedicata alle camere riservate alla Prima Squadra, mentre, nella sua offerta al pubblico, l’albergo vive su due anime.

La prima, nei weekend, fortemente “Sport and Leisure oriented” che diventa “Total Sport” quando c’è la partita permettendo agli ospiti di prenotare il proprio biglietto per assistere ai match casalinghi della Juventus o di seguire le partite fuori casa all’interno di una Match Room dedicata.

La seconda, durante la settimana, è decisamente “Business Oriented”.

Lo stile del J|Hotel si inserisce perfettamente nel contesto che lo circonda ma, una volta all’interno, le scelte di interior design connotano un ambiente moderno, di respiro internazionalecaldo e confortevole caratterizzato da accoglienti zone living e dagli eleganti salotti della hall.

Le centotrentotto camere da cui è composto sono suddivise in cinque tipologie: Comfort, Deluxe, Executive, J|Executive e Suite. Trentacinque di queste, come si diceva, sono assegnate in permanenza ai Giocatori della Prima Squadra.

Agli ospiti è garantito un riposo “da campioni”: i letti sono gli stessi assegnati in uso ai giocatori della Prima Squadra. Nella maggior parte delle camere il frigo bar è incluso nella tariffa e in tutte è presente il collegamento a SKY per poter seguire i match anche in TV.

La maggior parte delle camere si affaccia inoltre su un giardino “segreto” interno: questo trasmette a chi sceglie la permanenza all’interno della struttura, la percezione di trovarsi in un luogo fuori dal tempo e dallo spazio circostante.

Anche per la ristorazione, la scelta è non ordinaria, e dalla duplice identità, grazie a Tàola Restaurant e Tàola Lounge. Il primo è un ristorante che può ospitare fino a cento persone mentre il secondo può accogliere circa settanta ospiti in un luogo informale e confortevole ideale per pranzi e colazioni di lavoro veloci e per gli aperitivi serali, caratterizzata da un allestimento che si ispira allo stile Urban Newyorkese con orari prolungati tutti i giorni, dalle 11 alle 23.30, ed estesi di un’ora in occasione dei match casalinghi.

L’offerta gastronomica di entrambi i format è stata curata, come si diceva, da Chef Davide Scabin, che ha voluto interpretare – come ha confermato proprio durante l’inaugurazione – il Tàola Restaurant come un luogo dove ci si ferma dopo un lungo viaggio, mixando così piatti tradizionali e ricette internazionali, restando fedele alla tradizione piemontese (Tàola è proprio la traduzione di “tavola” in dialetto del Piemonte). Invece, l’offerta beverage è a cura di Barz8, con una particolare attenzione alla cocktellerie: i grandi cocktail classici “locali” sono reinterpretati in chiave moderna, con spunti gastronomici e una sezione di drink vegani.

E poi ancora l’offerta per i business traveller e per meeting, eventi aziendali di formazione e aggiornamento, di incentive e di team bulding. J|Hotel è dotato di un centro congressi che si compone di sei sale meeting modulabili: quattro con capienza fino a trenta persone e una fino a cento.

Tutte sono attrezzate con luce naturale, tecnologie e infrastrutture audio video e di information technology all’avanguardia, e predisposte con schermi o videoproiettori e microfoni. Inoltre, le sale possono essere configurate con diversi allestimenti per adattarsi alle esigenze delle Aziende.

Related posts