JUVENTUS 

Lettera aperta al sistema giornalistico italiano

Vorrei invitare la stampa in generale, e quella sportiva in particolare, ad essere più attenta a ciò che pubblica o veicola attraverso i propri strumenti informativi improntando la propria azione non solo a principi etici ma anche a tutela dell’incolumità dei lettori tanto è vero che l’art. 15 della Legge n. 47/1948 recita:”Le disposizioni dell’art. 528 del Codice penale si applicano anche nel caso di stampati i quali descrivano o illustrino, con particolari impressionanti o raccapriccianti, avvenimenti realmente verificatisi o anche soltanto immaginari, in modo da poter turbare il comune sentimento della morale o l’ordine familiare o da poter provocare il diffondersi di suicidi o delitti”.
Adesso, chiunque conosca il livello della sanità campana e lo stato psicofisico dei tifosi del Napoli in questa Regione, sa bene che il solo pubblicare un’immagine, per quanto azzardata e non verificata, per esempio di Lionel Messi con la maglia della Juventus, accompagnata dalla didascalia, magari, di Guardiola in panchina, potrebbe provocare effetti inimmaginabili sia dal punto di vista sanitario che finanziario.
Ad ogni visualizzazione di un articolo del genere c’è un tifoso del Napoli che si ammala di cirrosi o che comincia ad elaborare manie suicida ed il sistema complesso della sanità campana non è in grado di reggere ad una tale deflagrazione che rischia di minare le già fragili fondamenta su cui si regge.
Confidando nel buon senso degli addetti ai lavori, porgo distinti saluti.Paolo Scola

Related posts