allegri EDITORIALE 

MARCHISIO E’ L’ENNESIMO FALLIMENTO DI ALLEGRI di Sergio Vessicchio

Se ne va l’ultimo “gioiello” prodotto dal vivaio juventino. Dopo di lui più nulla. Che tristezza! Con un altro allenatore sarebbe stato titolare almeno fino all’anno scorso, poi è chiaro che quando vedi sistematicamente in campo uno scaldabagno come Pjanic e ti ritrovi a giocarti il posto di sostituto con bidoni spaziali come Lemina o Sturaro ti passa qualunque voglia di continuare con questa squadra. Marchisio ha sempre detto che la priorità era continuare con la Juve. Se si è arrivati alla rescissione vuol dire che è stato messo nelle…

LEGGI ANCORA
svezia EDITORIALE JUVENTUS 

LA SCELTA DI CRISTIANO RONALDO INORGOGLISCE LA JUVENTUS di Sergio Vessicchio

Sembra atipico come fatto eppure è cosi’.Cristiano Ronaldo ha scelto la Juventus,ha scelto il modello Juventus,ha scelto lo stile Juventus.Questa scelta inorgoglisce il mondo bianconero ed è come aver vinto tre coppe dei campioni per tutto l’universo in bianco e nero.Il giocatore più importante del mondo sceglie e lusinga un intero club dalla proprietà, alla dirigenza,al parco tecnico e di giocatori alla tifoseria che forse dovevamo mettere prima di tutto ma anche in questo momento ci piace rispettare le gerarchie.Ebbene dopo sette scudetti consecutivi,4 coppe Italia consecutive arriva la richiesta…

LEGGI ANCORA
svezia EDITORIALE JUVENTUS 

LA JUVENTUS SI E’ INDEBOLITA MANCANO DUE COLPI di Sergio Vessicchio

Cristiano Ronaldo doveva essere la ciliegina sulla torta di una squadra che avrebbe fatto di potenza e classe le due facce di una medaglia piacevole e competitiva.La cessione di Higuain la indebolisce clamorosamente e la riporta con i piedi a terra.L’ariete d’area di rigore,l’attaccante cingolato che serviva alla Juventus lo aveva trovato nel pipita 40 goal in due campionati 24 il primo e 16 il secondo contribuendo notevolmente alla conquista dei due scudetti.Ora non ci sono più i goal dell’argentino e chi li dovrebbe fare Mandzukic o Cristiano Ronaldo che…

LEGGI ANCORA
EDITORIALE JUVENTUS 

EFFETTO RONALDO,EFFETTO BRUCIORE DI CULO di Marcello Chirico

Non si fa che parlare in questi giorni di “effetto Ronaldo”. Occorre operare, però, una netta distinzione tra l’effetto ottenuto sui tifosi juventini (ultra positivo) e quell’altro scatenatosi, in parallelo, tra gli antiJuve (e altamente negativo). Il primo sta producendo ciò che il club si aspettava, ovvero un immediato ritorno sul piano commerciale, oltre che un aumento esponenziale dell’entusiasmo generale: magliette ufficiali vendute a getto continuo negli store dal momento in cui l’acquisto di CR7 è stato ufficializzato, abbonamenti allo stadio andati esauriti nonostante gli aumenti vertiginosi, i biglietti del tradizionale vernissage di Villar…

LEGGI ANCORA
EDITORIALE JUVENTUS 

IL CASO RONALDO,MORALISTI CADUTI NEL RIDICOLO di Marco Bernardini

Il “caso Ronaldo-Juventus” per via delle sue implicazioni economiche e finanziarie sta provocando in alcuni settori un’alzata di scudi clamorosa anche se discutibile e fuori luogo. Ieri l’annuncio del sindacato autonomo dei metalmeccanico di Melfi di uno sciopero che, attraverso il capitale Exor della famiglia Agnelli, penalizzerà la FCA. Sempre ieri, il Codacons che invoca addirittura l’intervento della magistratura affinchè indaghi sulla legittimità dell’affare del secolo. Se, da un lato, è anche possibile capire lo stato d’animo degli operai costretti a vivere ormai da qualche anno nell’incertezza e nella ristrettezza economica, è…

LEGGI ANCORA
allegri EDITORIALE JUVENTUS 

BENVENUTO CRISTIANO RONALDO MA ATTENTO AD ALLEGRI E’ SCARSO! di Sergio Vessicchio

Il colpo gobbo,il colpo del secolo,il colpo della strega o meglio della signora.Quella che in Italia la chiamano strega,quella offesa e vilipesa da tutta Italia.Quella che volevano affossare definitivamente con calciopoli e che invece l’hanno fatta diventare ancora più forte.L’arrivo di Cristiano Ronaldo non puo’ essere considerato un semplice passaggio di mercato,è un cambiamento di un’epoca.E’ la terza repubblica della Juventus prima svolta fu con Sivori,poi quella di Platini che cambiò l’atteggiamento della Juventus in Europa e nel Mondo.Ora quella di Cristiano Ronaldo non cambia niente sotto il profilo di…

LEGGI ANCORA
neymar CALCIO EDITORIALE MONDIALI RUSSIA 2018 

NEYMAR BIDONE MONDIALE,OGGETTO DI TRUFFA di Sergio Vessicchio

Neymar è una truffa.Il brasiliano è soltanto oggetto di scambi economici.Questo non sa giocare a calcio,è pompato oltre misura dai media e non riesce mai,perché non ne ha,ad incidere nelle partite in cui viene impiegato.Neymar è la morte del calcio,è la trasformazione del pallone in imbroglio.E’ al secondo mondiale,basta vedere tutte le partite disputate nella competizione iridata e ci si accorge del continuo e costante cambio di rotta,taglio di capelli sempre rinnovato,look sempre perfezionato.Una vergogna a livello internazionale sul quale giocano sponsor e federazioni.Basta vedere il modo con il quale…

LEGGI ANCORA
EDITORIALE JUVENTUS 

ALLEGRI TI MANDEREI ALL’OSPEDALE di Paolo Scola

Allegri: ‘Dybala ora resta, poi va in una grande”. Fammi capire intelligentone. La Juve sarebbe una squadretta? E tu invece avresti rifiutato una grande e bla bla bla per rimanere nella squadra che può vantare lo scudetto della serie B (cit)? Vorrei tanto fare le vacanze in Versilia, passeggiare sulla spiaggia a due passi da te, avvicinarmi con un sorriso e mandarti all’ospedale.Paolo Scola

LEGGI ANCORA
EDITORIALE JUVENTUS 

LA BANDA DEGLI ONESTI E L’ANTIJUVENTINISMO di Antonio Lucibello

Sette scudetti consecutivi saranno durissimi da digerire.Gli sfottimenti tra tifosi, i vari “rosicamenti e controrosicamenti” fanno parte integrante del calcio. Così come la poco sportiva attitudine a godere delle sconfitte altrui. Condannati a questo penoso stato d’essere sono, da almeno 7 anni, parecchi sostenitori di squadre diverse dalla Juventus. Ma, appunto, che romanisti, interisti, milanisti e supporter del Napoli godano intensamente ogni volta che la Juve perde una finale di Champions o ne sia esclusa strada facendo, è ampiamente scontato e prevedibile. Lo è un po’ meno il fatto che una…

LEGGI ANCORA
EDITORIALE JUVENTUS 

Platini ha perso la corona, ma ha ritrovato Michel di Marco Bernardini

E’ stato Le Roi con addosso la maglia numero 10. Poi, per libera scelta, anziché dedicarsi alla preservazione e alla difesa di quel “mito” che era riuscito a cucirsi addosso con indiscutibile merito decise di entrare nel Club dei Padroni del Calcio. Una scelta “politica” sostenuta dalla garanzia della sua immagine di cavaliere senza macchia e senza paura nata sui campi di gioco. Non essendo un ingenuo sapeva perfettamente a che cosa sarebbe andato incontro e quali ostacoli avrebbe dovuto superare per riuscire a realizzare, almeno in parte, il suo progetto mirato alla…

LEGGI ANCORA