JUVENTUS 

LA JUVENTUS HA SCELTO L’ALLENATORE A MARZO,L’ANNUNCIO SLITTA FORSE A LUGLIO

La Juventus ha già il contratto in mano dell’allenatore.Firmato un pre contratto a marzo,messo nero su bianco a campionato finito,sarà annunciato molto probabilmente tra la fine di giugno e l’inizio del ritiro a Luglio.Una decisione in perfetta sintonia con la crescita delle azioni di Juventus in borsa.Da tempo il nostro sito per rispetto alla Juventus ha smesso di dare notizie sul nuovo allenatore della Juventus.Le strategie societarie vanno rispettate. Da quando è stato annunciato il licenziamento di Allegri è un continuo crescendo del titolo e gli investitori sono sempre maggiori.L’annuncio…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

SENZA ALLEGRI CRESCE LA QUOTAZIONE DI JUVENTUS IN BORSA

Chiamatelo, se volete, effetto Guardiola o effetto licenziamento di Allegri. Fatto sta che l’aria di novità che si respira in casa Juventus in queste settimane è stato un autentico toccasana per il titolo bianconero in Borsa. Nonostante il club rischi di uscire dal FTSE MIB, l’indice dei titoli più liquidi e capitalizzati di Piazza Affari, l’impennata delle azioni bianconere dopo l’eliminazione con l’Ajax è stata inesorabile. Come riporta Calcio&Finanza il valore delle azioni è passato in un mese e mezzo da 1,1885 a 1,5450 attuale, una crescita di valore del 30%. Più in generale dall’inizio del 2019 le azioni bianconere hanno registrato un crescita del 45%,…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

LA NOTIZIA SU GUARDIOLA FA SALIRE VERTIGINOSAMENTE IL TITOLO JUVENTUS IN BORSA

La notizia diffusa ieri sera secondo la quale l’accordo non sarebbe con Conte ma con Guardiola ha fatto lievitare vertiginosamente il titolo in borsa della Juventus. Dopo settimane di calo e di stallo dopo l’eliminazione dalla Champions League, che avevano portato il titolo bianconero da 1.71 euro ad azione a 1.19,  infatti, la Borsa juventina ha ripreso a crescere dal giorno successivo all’annuncio dell’addio di Massimiliano Allegri. Lì, si era registrato un +1,72%, con quota 1,37. Oggi, il titolo ha già raggiunto il +6%, toccando 1.4475 euro ad azione. In un…

LEGGI ANCORA
ALTRO 

Italia sotto esame Ue, nuovo taglio alle previsioni sul Pil

Tria: ‘Crescita? La stima non tiene conto del primo trimestre’. Moscovici: ‘Pil Italia pesa su conti, giudizio a giugno’ La Commissione Ue taglia ancora le previsioni di crescita dell’ Italia: +0,9% nel 2018, +0,1% nel 2019, +0,7% nel 2020. Nella nuova stima, senza aumento dell’Iva, il deficit sale a 2,5% nel 2019 e 3,5% nel 2020. Mentre il debito schizza a 133,7% nel 2019 e a 135,2% nel 2020. Nella classifica Ue, l’Italia è ultima per crescita, investimenti e occupazione. Dopo la diffusione dei dati, lo spread è salito oltre…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

BORSA JUVENTUS CHIUDE A (+23)

La Juventus non riesce inizialmente a fare prezzo, ma poi apre e fa il botto a +23%a quota 1,5 euro(vicina ai massimi storici). Nel pomeriggio “lima” a +17,42%. Scattano al rialzo anche le azioni di Salvatore Ferragamo (+6,36%), all’indomani dei conti del 2018, archiviati con un utile netto di 90 milioni, in calo del 21,1%. Telecom Italia recupera a +0,46%, dopo lo scivolone quasi pari al 6% accusato la vigilia, tra scambi boom. WWW.CANALECINQUETV.IT

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

QUARTI DI FINALI MAXI GUADAGNO PER LA JUVENTUS,TITOLO IN BORSA IN SALITA

La Juventus vola ai quarti di finale di Champions League e insieme a lei gli incassi. Il club bianconero grazie al passaggio del turno infatti, porta un’ulteriore integrazione agli incassi, più 10,5 milioni di euro di bonus. Grazie dunque alla mancata qualificazione della Roma, la società bianconera arriverà a incassare più di 94 milioni di euro. A questa incredibile somma si dovranno ancora aggiungere i ricavi di almeno ancora un’altra partita casaliga, garantita dalla disputa dei quarti di finale. Se il percorso della Juventus dovesse poi ulteriormente continuare, il club fino alla finale di Madrid potrebbe incassare circa 155 milioni di…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

LA JUVENTUS CROLLA IN BORSA,SPIEGATELO ANCORA A CHI HA FIDUCIA DI ALLEGRI

La situazione che si sta determinando è davvero molto difficile.La Juventus torna a crollare in Borsa. Dopo la discesa verticale che ha fatto seguito all’incredibile esplosione estiva, seguita all’arrivo a Torino di Cristiano Ronaldo lo scorso mese di luglio, il titolo del club bianconero sembrava essersi stabilizzato in queste ultime settimane. Nella giornata di oggi, invece, è arrivato un -7.46%, il risultato peggiore tra quelli a elevata capitalizzazione di Piazza Affari. Chiusura a 1,33 euro per la Juventus, ben lontano da quanto raggiunto la scorsa settimana. IL CROLLO – Come riportato da Calcio e…

LEGGI ANCORA
ALTRO 

Allarme Bankitalia: ‘Italia a rischio recessione’. Di Maio: ‘Stime apocalittiche’

 La scure non era inattesa ma è ugualmente pesante. Per il 2019 anche la Banca d’Italia taglia fortemente le stime di crescita del Pil dall’1% allo 0,6% con una possibilità di ‘recessione tecnica’ (sebbene nel bollettino la parola non compaia) a fine 2018 a causa di un ultimo trimestre forse negativo dopo che già il terzo si era chiuso col segno meno (-0,2%). La certezza arriverà dall’Istat a fine mese.  Le nuove stime sono contestate dal vicepremier Luigi Di Maio che attacca l’istituto di via XX Settembre. “Stime apocalittiche –…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

LA JUVENTUS VOLA IN BORSA CON IL NOME MBAPPE’ PARATICI FRENA

La Juventus vola in Borsa (chiude a +10%) nella prima seduta del 2019 sulla scia delle indiscrezioni riguardo un progetto (che fa sognare i tifosi bianconeri) per comprare l’attaccante francese Kylian Mbappè, considerato da tanti il vero erede di Cristiano Ronaldo. Non si parla ovviamente di un ingaggio del bomber ventenne, che oggi milita nel Psg, nella finestra di calciomercato di gennaio ma dell’idea di costruire progressivamente una maxi-operazione simile a quella che ha portato lo stesso Ronaldo in maglia bianconera (su cui sono stati investiti tra ingaggio e cartellino circa 400 milioni). Il direttore sportivo bianconero,  ha raffreddato in…

LEGGI ANCORA
ALTRO 

Borsa Tokyo apre piatta (-0,05%)

(ANSA) – TOKYO, 18 OTT – La Borsa di Tokyo avvia le contrattazioni all’insegna della volatilità dopo il ritracciamento a Wall Street e sul listino tecnologico del Nasdaq, sulle aspettative di un aumento progressivo del costo del denaro negli Usa, come indicato dalle minute nell’ultimo meeting della Federal Reserve. Il Nikkei apre piatto (-0,05%) a quota 22.830,70. Sul mercato valutario lo yen è stabile a un livello di 112,60 sul dollaro, e sull’euro a un valore di 129,50.

LEGGI ANCORA