CALCIO JUVENTUS 

GLI ORSATO MINACCIATI E QUELLO DELLA FOTO NON SI TRATTA DEL FRATELLO

Una vicenda che si arricchisce di dettagli, un Inter-Juve che non sa terminare e che prende un deriva scioccante. Minacce di morte, scambi di persona e paura: tutte cose che non c’entrano con il calcio. E’ quanto riportato dal Corriere di Verona, che un articolo sul quotidiano in edicola oggi racconta gli Orsato, nel loro paese di residenza: “[…] Gli Orsati di Recoaro sono tanti, ben difesi geograficamente e praticamente imprendibili, eppure i militanti dell’odio li hanno raggiunti. Ai Parlati si arriva dove finisce la strada, c’è la chiesa, la…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

VERGOGNA L’INTERISTA ORSATO ARBITRA INTER-JUVENTUS,ERA UOMO TIM AI TEMPI DI MOURINHO/LE NOSTRE DENUNCE

Le ha tentate tutte pur di far perdere la Juventus,ne ha fatte di tutti i colori arrivando a cose assurde. Che vergogna questo tifoso dell’Inter che ha fatto carriera per essere nelle grazie della TIM di cui è il braccio armato.Tifoso interista da ragazzino fu il braccio armato della TIM-FIGC dopo calciopoli e veniva designato per arbitrare i neroazzurri nelle partite più difficile raggiungendo un record inattaccabile 8 vittorie su 8 partite vinte dall’Inter. In ogni ruolo contro la Juventus sono vergognose e inesistenti decisioni contro la Juventus,o da quarto…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

ATTENZIONE VOGLIONO DESIGNARE ORSATO CALDEGGIATO DAI TIFOSI DEL NAPOLI VERGOGNOSE PRESSIONI SUL DESIGNATORE

Orsato è l’arbitro anti Juventus quello che favorì l’Inter del post calciopoli facendo una scalata importantissima grazie al sostegno alla squadra che sponsorizza il campionato e ai tempi di Mancini e Mourinho arbitrò l’Inter con 8 vittorie consecutive nelle gare arbitrate da lui.E’ lo stesso arbitro che i tifosi del Napoli scelsero quando fecero pressioni sulla FIGC per far ritirare Rizzoli che s’inventò un infortunio perchè doveva arbitrare questo ammazza Juventus.Orsato ha diretto partite della Juventus già 28 volte con un bilancio di 12 vittorie (44,4%), 11 pareggi (37,1%) e…

LEGGI ANCORA