JUVENTUS 

Higuain racconta l’episodio decisivo, ma spiega anche qualcos’altro…

«Sapevo di avere De Rossi attaccato a me, è arrivata la palla di Sami, poi, dopo essermi liberato ho visto arrivare Manolas. Sapevo già che in questi frangenti lui tende ad andare in scivolata, e così è stato anche stavolta; lo ho evitato e a quel punto era una questione di poco tempo: se avessi atteso troppo, il tiro sarebbe stato rimpallato da qualche difensore».

E invece.

Le parole che avete appena letto sono quelle dell’autore della giocata che ha deciso il match, Higuain: raccontato così, sembra quasi facile, come sembrano facili le grandi giocate per i fuoriclasse.

«Sono sempre stato tranquillo, lo dico da quando sono qui: per me l’importante è la vittoria di squadra, poi chiaro che il gol mi rende felice, ma so che se resto tranquillo tutto il lavoro viene ripagato», continua Gonzalo, che aggiunge: «La Champions? È un desiderio, ma anche passare alla storia per il sesto Scudetto lo è. In Champions conta anche un pizzico di fortuna, in campionato la regolarità».

E chiude, il Pipa, ricordando cosa lo ha stregato della Juve: «Quando ho visto che voglia incredibile di vincere c’è qui, anche dopo cinque Scudetti, mi è salita una forza dentro da impazzire e una volontà di dare il massimo per trionfare con i miei compagni».

Da impazzire. Come il suo gol di questa sera.

Related posts