JUVENTUS 

Marotta riscatta Benatia dopo la Coppa d’Africa

Tra una battuta sul mercato di oggi e quello di domani, tra un pensiero su Morata ed una rassicurazione sul rinnovo di Dybala, ecco che Beppe Marotta ieri si è lasciato andare anche a proposito della difesa della Juve. Che si è già assicurata la pesante eredità della BBC: in tal senso, il presente parla di un Rugani sempre più pronto, il futuro più lontano di un Caldara che aspetta solo di essere ufficializzato per poi restare altri sei mesi (o al 90% diciotto mesi come dichiarato dallo stesso ad bianconero) all’Atalanta, il futuro più imminente attende invece il definitivo rilancio di Mehdi Benatia. C’è anche e soprattutto il marocchino infatti nei piani della Juve, che lo aspetta dalla Coppa d’Africa prima di sciogliere gli ultimi dubbi a proposito di un riscatto che sembra sempre più vicino: “Molto probabilmente lo riscatteremo”, chiosava Marotta sempre ieri pomeriggio.

 

PATTO D’ONORE – Ancora una volta, quindi, la parola data in casa Juve vale come e più di una firma su un contratto. Nessun obbligo di riscatto ma un diritto legato sostanzialmente alla condizione e non al valore del giocatore, questo il patto d’onore stipulato in estate col Bayern Monaco a fronte di un prestito oneroso sulla base di 3 milioni ed un riscatto a 17: appena un paio di milioni di euro in meno, complessivamente, di quanto il Bayern avrebbe dovuto versare tra la scorsa e la prossima stagione per Coman dopo i 5 milioni pagari per la prima rata del prestito oneroso. Così, archiviato un avvio di stagione particolarmente incoraggiante e poi un nuovo infortunio muscolare che lo ha costretto fuori per un paio di settimane, l’impiego di Benatia è sempre stato legato ad una scelta tecnica da parte di Max Allegri, eccezion fatta per un’altra settimana di assenza forza per un fastidio al ginocchio a metà novembre. Salvo nuovi imprevisti, quindi, la prima parte di stagione ha riproposto un Benatia in salute, poi spetterà a lui ricominciare a scalare le gerarchie nelle difesa bianconera: praticamente un titolare aggiunto in avvio, ora seconda alternativa dopo Rugani. La Juve è pronta a prendersi Benatia anche a titolo definitivo, dopo la Coppa d’Africa sarà Benatia ad avere la grande occasione di potersi prendere e riprendere la Juve.

Related posts