JUVENTUS 

ALLEGRI QUANTI ERRORI ANCHE IN COPPA ITALIA

La gara di Coppa Italia contro l’Atalanta per la Juventus ha significato ancora sofferenza e rischio.Un condizione nella quale ormai ha abituato i propri tifosi per colpa del sempre più inadeguato allenatore Allegri,scarso,presuntuoso,arrogante e irritante.Molti non hanno il coraggio di dirlo perchè hanno paura di essere contraddetti con le vittorie e i numeri comunque molto interessanti ma andare a valutare le prestazioni della squadra,il trend,gli infortuni,i cambi di modulo,le sostituzioni “ad capocchiam”,l’insistere sempre su giocatori sbagliati al posto sbagliato,ci si accorge di quale sofferenza sono costretti a subire i tifosi bianconeri.Di tutto e di più.E non si è nemmeno accorto che con Pjanic ed Hernanes insieme ha perso 2 delle 3 partite (Milan e Genoa) e va sempre in sofferenza.Ha tolto la certezza del modulo vincente il 3-5-2 ormai distrutto,mischia sempre formazione,non conosce i ruoli dei giocatori,Cuadrado letteralmente dimenticato,infortunati a josa per la preparazione sbagliata e il continuo impiego in posti sbagliati dei giocatori.Nella gara di coppa Italia con l’Atalanta a metà secondo tempo una partita praticamente vinta l’ha trasformata in un incubo.Sul 2-0 ha tolto Marchisio e ha messo Sturaro tenendo una linea  a 4 inedita (Rincon,Hernanes,Sturaro,Pjanic),ha messo Pjaca al posto di Dybala consegnando di fatto la gara agli avversari i quali hanno cominciato a far male e poco ci è mancato che ci scappassero i supplementari.Senza gioco,senza un modulo di riferimento,senza certezze e con continui cambi e infortuni la squadra sembra in balia delle onde e solo le individualità la tengono in piedi. In questo modo pensare di arrivare in finale di coppa Italia,o avanti in Champions League è un azzardo sperando che nessuna in campionato azzecchi un filotto in grado di reggere il passo della Juventus altrimenti è in discussione anche il titolo. Allegri andrebbe sollevato adesso dalla panchina prima che faccia altri danni.Sergio Vessicchio

Related posts