JUVENTUS 

MILAN AI QUARTI BATTE IL TORINO

Il Milan si e’ qualificato ai quarti di finale di Coppa Italia battendo il Torino per 2-1. Reti di Belotti al 27, Kucka al 61′ e Bonaventura al 64′. Nei quarti di finale il Milan affrontera’ la Juventus in partita unica allo Juventus Stadium.  Milan-Torino 1-0 LE FOTO

87′: espulso Barreca per doppia ammonizione

64′: Bonaventura ribalta il risultato deviando di prima in rete un cross di Suso

61′: azione proungata del Milan, cross di Bonaventura e rete di Kucka da posizione difficile

Milan-Torino 0-1 fine primo tempo

27′: Milan-Torino 0-1: splendida azione di contropiede del Torino con Iturbe, Benassi e conclusione di Belotti su Donnarumma in uscita

Montella si gode Milan,grandissima partita – “E’ stata una grandissima partita”: Vincenzo Montella è soddisfatto della vittoria contro il Torino con cui il suo Milan ha conquistato un posto nei quarti di finale di coppa Italia contro la Juventus. “Nel primo tempo eravamo un po’ lenti, abbiamo trovato un Torino molto abile e il gol subito ci ha dato una spinta in più – ha commentato l’allenatore rossonero a Rai Sport -. Nel secondo tempo siamo stati bravi a trovare il pareggio e portarci in vantaggio meritatamente contro un avversario ostico. E’ stata una grandissima partita”. Più sintetico Montella è stato a proposito di Gerard Deulofeu, obiettivo di mercato dichiarato. “Parlo dei giocatori della mia rosa che si meriterebbero tanti elogi – ha tagliato corto l’allenatore -. Lo conosco bene, se arriverà ne parlerò nel dettaglio, altrimenti va bene così”.

Amarezza Mihajlovic, Torino si è suicidato – “Possiamo solo recitare il mea culpa, ci siamo suicidati”. E’ il rammarico di Sinisa Mihajlovic per la sconfitta subita in rimonta dal suo Torino, eliminato dal Milan agli ottavi di coppa Italia. “Nel primo tempo abbiamo dominato la gara, potevamo chiuderla e abbiamo sbagliato troppe ripartenze – il commento dell’allenatore granata intervistato da Rai Sport -. Abbiamo preso due gol e quando abbiamo ricominciato a giocare era troppo tardi. Bisogna fare i complimenti al Milan, noi dobbiamo prendercela con noi stessi”. Il serbo ha ammesso che la coppa era un obiettivo anche per qualificarsi all’Europa League. “Ci tenevamo molto e dispiace perché in tre minuti abbiamo rovinato tutto. Poi Donnarumma in due situazioni ha salvato il risultato. E’ brutto perdere così – ha continuato -, speriamo ci serva da lezione per lunedì, quando li affronteremo di nuovo in campionato. Ci manca un po’ di personalità e la capacità di gestire le gare”

Viola e bianconeri approdano ai quarti di finale di Coppa ItaliaFiorentina-Chievo 1-0 (LE FOTO) e Juventus-Atalanta 3-2 (LE FOTO).

 

La Juventus ha battuto l’Atalanta 3-2 (2-0 nel primo tempo). I bianconeri nel prossimo turno affronteranno la vincente della sfida di domani fra Milan e Torino.

La legge dello Juventus Stadium vale anche in Coppa Italia e l’Atalanta, sconfitta 3-2, lascia la competizione agli ottavi, anche se a testa alta. I bianconeri affronteranno al prossimo turno al vincente di Milan-Torino di domani. La sfida pare segnata nel primo tempo, con le reti di Dybala al 22′ e Mandzukic al 34′. Nella ripresa i lombardi si fanno più intraprendenti e al 27′ Konko batte Neto ma il tentativo di rimonta sembra vanificato quando l’arbitro punisce con un rigore un fallo su Lichtsteiner e Pjanic lo trasforma al 30′. L’Atalanta continua però a crederci e trova il secondo gol al 36′ con il giovanissimo Latte Lath, ma mancando poi il colpo per andare ai supplementari.

La Fiorentina si è qualificata per i quarti di finale di Coppa Italia grazie al successo per 1-0 (rigore di Bernardeschi al 91′) sul Chievo. Buon inizio dei padroni di casa con Zarate, gli ospiti replicano con Inglese e Floro Flores. Alla fine del primo tempo il Chievo rimane in 10 per l’espulsione (doppia ammonizione) di Radovanovic. Subito dopo Bernardeschi coglie la traversa. Al 71′ torna la parità numerica: nella Fiorentina viene espulso Zarate per un duro intervento su Bastien. Occasione Chievo al 75′ con Castro che colpisce di testa indisturbato in piena area ma non riesce a imprimere sufficiente forza al pallone. E quando i supplementari sembrano inevitabili arriva il rigore che decide la gara, concesso dall’arbitro Celi per fallo di Gobbi su Bernardeschi.

Spezia ko, Napoli ai quarti di Coppa Italia – Il Napoli-due, imbottito di seconde linee, conquista i quarti di finale della Coppa Italia battendo lo Spezia per 3-1 e facendo conoscenza, sia pure per soli dieci minuti, con Pavoletti, ultimo arrivato dal mercato invernale. Sarri (in tribuna per squalifica, sostituito in panchina dal secondo Calzona) cambia gli uomini ma il gioco degli azzurri è sempre lo stesso. Possesso palla, costruzione delle azioni d’attacco attraverso il palleggio ed il giro palla veloce, inserimenti delle punte a suggerire la conclusione dell’azione. Insomma si vede anche in Coppa Italia il solito campionario di azioni e di gioco cui i partenopei hanno ormai abituato. La partita si mette subito bene per i padroni di casa che al 2′ sono già in vantaggio grazie ad un’azione personale di Zielinski. Ma il raddoppio non arriva e lo Spezia, che fa quel che può, raggiunge il pareggio grazie ad un’autogol di Albiol su tiro dalla distanza di Piccolo. Il primo tempo finisce 1-1 ma all’inizio della ripresa la maggiore qualità tecnica dei partenopei viene fuori ed in due minuti la squadra di Sarri mette a segno un uno-due, con Giaccherini e con Gabbiadini, che chiude definitivamente la gara. Per il resto c’è posto per il debutto di Leonardo Pavoletti, al quale Sarri dà il via libera, dopo la lunga sosta per l’infortunio ed il passaggio al Napoli, a dieci minuti dalla fine. All’87’ l’ex genoano, dopo una bella azione corale del Napoli, devia da solo davanti alla porta, ma alza troppo la mira ed il pallone finisce oltre la traversa. Un suo gol sarebbe stata la ciliegina sulla torta per i tifosi (20 mila nonostante il freddo polare, anche grazie ai prezzi stracciati praticati dalla società), ma già domenica al San Paolo, dove il campionato riprende con il Pescara, l’attaccante che oggi ha debuttato, potrebbe essere ripresentato in campo.

Related posts