JUVENTUS 

ALLEGRI:”ABBIAMO VINTO IL CAMPIONATO DELLE CRITICHE”

“Le critiche non mi toccano, lo facevano quando al Milan ero in testa alla classifica e lo fanno ora che sono alla Juve. Abbiamo vinto il campionato delle critiche, ma per i risultati fatti dalla squadra sono eccessive.
Se uno pensava di fare 57 punti dopo 19 partite doveva farsi curare…”. Massimiliano Allegri difende così la Juventus dopo la sconfitta con la Fiorentina. “Vincere è straordinario, non è normale – aggiunge – e per farlo ci vuole equilibrio…”.  “È impensabile che il campionato potesse essere già chiuso – prosegue Allegri -. La Roma ne ha fatti 45. quindi per chiuderlo dovevamo farne almeno 55. Solo due anni fa si è vinto in anticipo, anche nell’anno dei 102 punti a tre giornate dalla fine la Roma era a -8. Vincere è una cosa straordinaria, non si può vincere sempre 3-0. Bisogna vincere soffrendo, come tutte le squadre, indipendentemente dal mercato fatto”. “Al momento siamo in testa alla classifica, con una partita in meno, agli ottavi di Champions e mercoledì abbiamo i quarti di Coppa Italia – ricorda ancora Allegri -. Ci vuole equilibrio per passare dai momenti difficili ai momenti dove tutto va bene. Non si perde valore dopo una sconfitta, al momento siamo in linea con l’andamento del campionato”. “Il giocar bene non so spiegarmelo, bisogna far combaciare la concretezza e la bellezza”, dice il tecnico bianconero a proposito delle critiche sul gioco. Io lavoro per portare a casa risultati e l’obiettivo è arriva a marzo dentro tutte le competizioni. Magari dopo arriverà qualcuno più simpatico…”.

Affaticamento per Marchisio, salta la Lazio. Allegri convoca Dani Alves, dubbio collocazione Pjanic – “Marchisio ha un affaticamento muscolare. Niente di grave, mercoledì c’è…”. Massimiliano Allegri spiega così l’assenza del centrocampista tra i convocati della Juventus per la sfida di domani contro la Lazio. Nell’elenco figura invece Dani Alves, al rientro dopo la frattura del perone sinistro di fine novembre. “Vista l’assenza di Alex Sandro, se dovesse servire, potrebbe essere a disposizione per una mezzora”, spiega il tecnico bianconero, che in difesa giocherà con “Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner e Asamoh”, mentre a centrocampo “il dubbio è Pjanic, se farlo giocare in attacco o nei tre in mezzo”.

Related posts