CALCIO 

Serie A, risultati e classifica prima giornata

Vittorie facili per l’Inter in casa con la Fiorentina (doppietta di Icardi) e per il Milan a Crotone (calabresi in 10 dal 2′). La neopromossa Spal pareggia all’Olimpico con la Lazio, Benevento rimontato e battuto dalla Samp. Colpo del Chievo a Udine

CLASSIFICA 

BOLOGNA-TORINO 1-1

27′ Di Francesco (B), 34′ Ljajic (T)

Perché qui il talento non manca, c’è abbondanza. Giocate, botte e risposte: il tutto in un Bologna-Torino pieno di ambizione. Ricco di numeri. Da Di Francesco a Ljajic, autori dei gol nella prima frazione. Prima il vantaggio dei ragazzi di Donadoni, poi il pareggio dell’ex Inter: con classe e sicurezza. E così il primo tempo si conclude sull’1-1. Nella ripresa, poi, dentro anche Rincon: un debutto granata per dare più sostanza al centrocampo di Mihajilovic. Fino al gol annullato nel secondo tempo a Berenguer, viziato da fuorigioco.

CROTONE-MILAN 0-3

6′ rig. Kessié (M), 18′ Cutrone (M), 24′ Suso (M)

Due indizi non fanno una prova ma quasi. Vero è che le ultime due gare giocate dal Milan sono state, in qualche modo, in discesa. Lo Shkendija, che per qualità non è nemmeno lontanamente paragonabile ai rossoneri, e il Crotone che ha dovuto giocare praticamente tutti i 90′ in 10 uomini. Però nove gol segnati e zero subiti devono pur voler dire qualcosa. Dicono che il Milan è pur sempre una squadra in costruzione, che va migliorata nell’intensità e nell’attenzione da mantenere per tutti i 90′, sicuramente che è una squadra che segna, propone gioco e ha dei giocatori di grandissima qualità (Suso su tutti) che devono solo trovare la giusta armonia, per coesistere nella fase offensiva e per essere efficaci anche in fase di non possesso. La vittoria dello Scida è un buon viatico verso la seconda di campionato con il Cagliari, in mezzo ci sarà il ritorno di Europa League in terra di Macedonia. Vincere aiuta a vincere e arrivare alla sosta con uno score di quattro su quattro non sarebbe per nulla male.

INTER-FIORENTINA 3-0

6′ rig. e 15′ Icardi (I), 79′ Perisic (I)

Nella serata del #nuovoinizio dell’Inter, c’è un nuovo allenatore, ma non un nuovo protagonista. Una doppietta di Mauro Icardi nei primi quindici minuti di gioco, e un gol di Ivan Perisic nella ripresa, regalano a Luciano Spalletti un’ottima partenza in campionato contro una Fiorentina ancora in fase di costruzione dopo i tanti cambiamenti del mercato estivo. Al termine di un precampionato con pochi minuti messi nelle gambe, il capitano nerazzurro ha mostrato già una buona condizione fisica, tanta corsa e soprattutto entusiasmo contro una squadra che è la sua vittima preferita in Serie A (9 gol fatti). Nonostante un calo di concentrazione e forse fisico nella ripresa, rispetto alla scorsa stagione, le speranze nerazzurre per il prosieguo del campionato sono tante.

LAZIO-SPAL 0-0

All’Olimpico c’è magia, in una prima partita di campionato ambiziosa e piena di passione. Da una parte Inzaghi, forte dell’ultima vittoria contro la Juventus, dall’altra Semplici: a guidare la sua Spal al grande ritorno in Serie A. E allora dalle parole ai fatti, dopo 49 anni: contro la forza di Immobile, resistendo per tutto il primo tempo. Fino all’esordio di Borriello, entrato al posto di Paloschi e caricato da una grande voglia di incidere nella sua nuova casa. In una partita sveglia, viva, con Milinkovic Savic che sbatte contro un super Gomis nella ripresa. E allora questo 0-0 si trasforma in un risultato davvero prezioso per Semplici, in un’ottima, prima uscita in Serie A.

SAMPDORIA-BENEVENTO 2-1

15′ Ciciretti (B), 39′ e 55′ Quagliarella (S)

Quanti spunti, quanto talento. Storie di carriere che si nobilitano in una notte, sì: vedi Benevento e leggi Ciciretti, idolo di una città intera. Perché Amato, nonostante la sconfitta del suo Benevento, ha dimostrato grandi cose. Robe da Super Sayan, già, proprio come i personaggi del suo Dragonball: con un gol pazzesco, il primo in Serie A. Altra musica invece dopo la doppietta di Quagliarella, bravo a rimontare da solo il risultato. Ad ogni modo, però, rimane la buona prova del Benevento, in attesa della prima vittoria in mezzo ai grandi. Nel post la scelta di non parlare di Giampaolo che manifesta un certo malessere per il mercato e per alcuni giocatori che non stanno arrivando.

SASSUOLO-GENOA 0-0

Due formazioni ambiziose e giovani, pronte per il nuovo anno. Da una parte Juric, dall’altra Bucchi. Tra certezze e novità. Il neroverde fa rima con Politano, presente in campo dal primo minuto nonostante il pressing dello Zenit. E con un Falcinelli al centro dell’attacco. Temi diversi per il Genoa, pieno di nuovi giocatori: dal ritrovato Bertolacci all’esordiente Galabinov. Il tutto in un primo tempo piatto, con poche occasioni per tutte e due le squadre. Nulla, però, anche nel secondo tempo: in uno 0-0 che alla fine accontenta così entrambe le squadre.

UDINESE-CHIEVO 1-2

15′ Inglese (C), 37′ Thereau (U), 54′ Birsa (C)

Incroci, colori ritrovati e storie di ex: è anche questo Udinese-Chievo. Tra mercato e voglia di cominciare col piede giusto la nuova stagione. Dalle 134 panchine di Delneri sulla panchina del Chievo al gol di Cyril Thereau: bravo a pareggiare dopo il vantaggio di Inglese. Un attaccante al centro dell’estate, complice soprattutto la trattativa con la Sampdoria. Intanto il presente, segnando all’Udinese. E così, dopo l’1-1 del primo tempo, ci pensa Birsa con una meraviglia totale: traiettoria secca da fuori, palla in rete. Segnando sempre alla prima dopo la doppietta dell’anno scorso all’Inter. Regalando al Chievo una bella vittoria fuori casa.

Roma, 20 agosto 2017 – Partenza col botto per la Serie A 2017-18. Dopo le partite di ieri, questa prima domenica di campionato si è aperta con Atalanta-Roma, finita 0-1 (gol di Kolarov). Nei match serali spiccano i tre a zero dell’Inter in casa contro la Fiorentina (doppietta di Icardi, poi Perisic), e il successo in trasferta, sempre con tre gol, del Milan a Crotone (Kessie, Cutrone e Suso). Il Bologna pareggia 1-1 col Torino. Mantre il Chievo espugna Udine 1-2. L’esordiente Benevento spaventa la Sampdoria a Genova, ci pensa Quagliarella a ridare i tre punti ai blucerchiati. Chiudono la prima giornata del calendario di Serie A 2017-18 i risultati di zero a zero del Sassuolo col Genoa e quello della Lazio in casa contro la matricola Spal.

Qui la classifica aggiornata

IERI – Tre gol per dimenticare la Supercoppa: la Juve supera 3-0 il Cagliarinella partita che dà il via ufficialmente al campionato e prova a mettersi alle spalle la delusione per la sconfitta contro la Lazio nella finale dell’Olimpico. Le reti di Mandzukic, Dybala e Higuain consentono ai bianconeri di iniziare nel migliore dei modi la loro rincorsa al settimo scudetto consecutivo che li farebbe entrare ancora di più nella leggenda. Una bella vittoria anche per il Napoli di Maurizio Sarri, che batte fuori casa 3-1 l’Hellas Verona nel secondo anticipo della prima giornata di Serie A. Decisive le reti di Souprayen (autogol), Milik e Ghoulam, mentre per gli scaligeri il gol è stato segnato da Pazzini su rigore. Anche il Var parte bene, con il primo rigore concesso con l’aiuto delle immagini tv.

Calendario Serie A, tutte le giornate e i big match

Diretta Serie A: marcatori, assist e azioni principali

Atalanta-Roma, 0-1, rivivi la diretta 

Passa a Bergamo la nuova Roma di Eusebio Di Francesco che si aggiudica i tre punti in palio in questa prima giornata grazie a una punizione impeccabile del neo acquisto Kolarov. L’Atalanta ci prova fino all’ultimo. Sfortunata nel finale, quando un tiro di Ilicic è respinto dal palo.

Bologna-Torino 1-1, rivivi la diretta

Con il commissario tecnico della Nazionale Giampiero Ventura in tribuna, Bologna e Torino non sono andati oltre 1-1,  dopo un incontro non entusiasmante dal punto di vista tecnico, ma giocato con l’impegno e la volontà di vincere. Padroni di casa in vantaggio con un gran gol di Di Francesco, pareggiato poco dopo da Ljajic.

Crotone-Milan 0-3, rivivi la diretta 

Il nuovo Milan sbanca Crotone, formazione al debutto in Serie A, con Kessié, Cutrone e Suso gol. Dopo 4′ Ceccherini si fa espellere (decisione via Var), e l’ex Atalanta apre le danze su rigore, poi arrivano le reti del baby bomber, che piace tanto proprio ai calabresi, e del folletto spagnolo.

Inter-Fiorentina 3-0, rivivi la diretta

Mauro Icardi conquista subito San Siro, e l’argentino ci mette 15′ nel corso dei quali segna la prima doppietta del campionato dell’Inter. Asfaltata, il terzo gol è di Perisic, la Fiorentina di Stefano Pioli, acclamato da San Siro come ‘l’unico vero interista della passata stagione’, si legge sullo striscione esposto dalla Nord.

Lazio-Spal 0-0, rivivi la diretta

Pareggio a sorpresa tra Lazio e Spal nella prima giornata di campionato. Allo stadio Olimpico, sette giorni dopo il trionfo in Supercoppa italiana, la squadra di Simone Inzaghi non va oltre lo 0-0 contro gli emiliani neo promossi in Serie A.

Sampdoria-Benevento 2-1, rivivi la diretta

Applausi per un Benevento che perde, ma spaventa la più blasonata Samp. A Marassi, nel corso di una gara ben giocata dagli ospiti, i padroni di casa si sono trovati spesso in affanno. Ci pensa il solito Quagliarella a salvare il match, messosi in salita con la rete Ciciretti per gli ospiti. Alla fine il bomber di Castellammare porta a casa i tre punti con una doppietta.

Sassuolo-Genoa 0-0, rivivi la diretta

Reti inviolate e poche emozioni allo Stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia dove il Sassuolo ha ospitato il Genoa.

Udinese-Chievo 1-2, rivivi la diretta

A Udine un Chievo più in salute sbanca il campo friulano. I veneti hanno creato più gioco, anche se l’Udinese è caduta in piedi, ha dato l’anima per non capitolare. Ma alcuni suoi elementi sono ancora lontani da una buona condizione generale, mentre l’undici di Maran è parso brillante in tutti o quasi i suoi uomini.

 

Icardi in gol due volte contro la Fiorentina (Newpress)

Icardi in gol due volte contro la Fiorentina (Newpress)

Related posts