JUVENTUS 

JUVENTUS-LECCE 4-0 LE PAGELLE DEL DIRETTORE VESSICCHIO

Szczesny; 6 serata tranquilla,nessun intervento degno di cronaca

Cuadrado,6 spinta giusta e fase quasi sempre alta perchè il Lecce non spingeva.

De Ligt,6,5 imperioso come sempre ma gli attaccanti giallorossi non lo hanno impensierito,nel finale segna ma già nel primo tempo era andato vicino al goal.

Bonucci,6 gara senza infamia e senza lode,ordinaria amministrazione.

Matuidi;5,5 lasciava il vertice di sinistra basso quasi sempre sguarnito.Adattato ad un ruolo non suo non ha brillato.

Bentancur 4,5 non assicura ne il giro palla ne l’interdizione,ha però il merito di aver avuto lo spunto che ha fatto poi rimandere in 10 gli ospiti. (23′ st Ramseys.v.),

Pjanic, 4 non esiste più,non assicura nemmeno il minimo indispensabile ma non perchè pensa al Barcellona ma perchè è scarso.

Rabiot 6,5 sempre preciso,attento e non perde mai il pallone.Assicura con costanza la doppia fase se fosse impegnato con più frequenza si vedrebbe il campione che è. (7′ st Douglas Costa,6,5 spunti da campione,saltava gli avversari come birilli);

Bernardeschi,6 non ha giocato come a Bologna ma ha confermato la sua importanza per la squadra.

Dybala 6 la sufficienza solo per il goal,bellisismo,per il resto è stato il difensore aggiunto del Lecce.(32′ st Higuain 7 tocca due palloni prima sfiora il goal e poi segna ispirato da un guizzo di Ronaldo toccato da un difensore),

Cristiano Ronaldo 6,5 uomo assit,ne fa due,conquista e segna il rigore,sbaglia goal fatti,poi non supera l’uomo ma in questa partita è stato il valore aggiunto.

A disposizione: Pinsoglio, Buffon, Rugani, Olivieri, Muratore, Wesley. Allenatore: M. Sarri

Related posts