JUVENTUS 

GENOA-JUVENTUS 1-3 LE PAGELLE DEL DIRETTORE SERGIO VESSICCHIO

Szczesny;6 serata ancora tranquilla,questa volta prende il goal ma non poteva fare niente.

Cuadrado,6,5 quando si proietta in avanti è un pericolo costante e anche a Genova lo ha dimostrato,un valore aggiunto sulla fascia destra e si trova benissimo con Bernrdeschi.

De Ligt,6,5  partita nella media secondo le sue potenzialità.E’ in costante crescita.

Bonucci,6,5 anche lui è in crescita sebbene non ha la potenzialità dell’olandesino.

Danilo;6 ha fatto la sua parte ma ancora non da affidamento,troppo sufficielnte nello scarico ma copre bene.

Bentancur,5,5 osannato dai telecronisti,coccolato dai tifosi,è un bluff e lo dimostrain ogni corcostanza,sbaglia passaggi facili,non imposta,non aiuta la squadra però pressa bene.

Pjanic 4 è scarso e non riesce a far girare la squadra che tentenna nel giro palla,non riparte e non cconsente di creare la superiorità numerica.L’unica volta che ha appoggiato un pallone pulito a Cristiano Ronaldo la Juventus ha segnato. (29′ st Ramsey 4 è scadente,perde palloni e non c’entra nella serie a),

Rabiot 7 partita attenta,concentrato,sempre presente e non perde mai il pallone.Se gli si da continuità il ragazzo si farà e sarà un campione. (38′ st Matuidis.v);

Bernardeschi6,5 da il suo apporto alla manovra con grande tecnica e competenza,questo il calcio lo sa giocare e laJuventus fa bene a tenerlo. (21′ st Douglas Costa 7 un goal fantastico appena entrato.è un campionissimo e non perde occasione per dimostrarlo),

Dybala6,5 solo per il bel goal,poi nulla,il bidoncino è sempre girato con le spallealla porta,non partecipa alla manovra d’attacco,fa il difensore aggiunto degli avversari,poi inventa il suogoa e tutti si dimenticano che non si tratta di un campione ma di un normalisimo giocatore. (38′ st Olivieris.v.),

Ronaldo 7 goal e ripartenze con spunti pregvoli,è in crescita e la prodezza che ha chiuso la partita è da incorniciale (29′ st Higuain s.v.).

A disp.: Pinsoglio, Buffon, Rugani, Muratore, Wesley. All.: Sarri.

Related posts