CALCIO JUVENTUS 

TORINO, A PIAZZA SAN CARLO UNA TARGA PER LE DUE VITTIME DELLA FINALE

 

 

Per la calca morirono Erika Pioletti e Marisa Amato. “Così chi passerà nella piazza avrà modo di ricordare, bisogna costruire una memoria di quel giorno perché nulla venga mai dimenticato”. Con queste parole, a 4 anni dalla tragedia di piazza San Carlo, da quel 3 giugno 2017, è stata scoperta la targa in ricordo delle due vittime Erika Pioletti e Marisa Amato. Furono travolte dalla folla di quella sera, che riempiva la piazza per assistere alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid sul maxi schermo che era stato appositamente allestito .

“Siamo qui per concentrarci sulla memoria di chi oggi non c’è più – ha detto Francesco Sicari, presidente del consiglio comunale di Torino  -. La Città con questa targa riconosce che c’è una ferita”. In piazza c’erano anche la sindaca Chiara Appendino, l’assessore Alberto Sacco e i familiari delle vittime.

IL RICORDO DELLA JUVENTUS

Doveva essere una serata di calcio, diventò una notte di paura. E una tragedia, per la morte di due persone.

Sono passati 4 anni dal 3 giugno 2017, quando in Piazza San Carlo a Torino, dove migliaia di tifosi bianconeri si radunarono per assistere alla Finale di Champions League fra Juve e Real Madrid, a seguito del panico e del tumulto fra la folla, morirono Erika Pioletti e Marisa Amato.

Oggi, la Juventus ha partecipato alla commemorazione delle due vittime di quella notte, nella ormai consueta cerimonia, tenutasi proprio in piazza San Carlo.

Quest’anno, una novità importante: è stata scoperta, all’altezza del numero civico 198, una targa in memoria delle vittime.

piazza san carlo 20213
piazza san carlo 202114
piazza san carlo 20218
piazza san carlo 202113

Il club ha deposto una corona di fiori, durante il momento di ricordo cui hanno preso parte la Sindaca Chiara Appendino, i famigliari, i rappresentanti delle istituzioni (il Presidente del Consiglio Comunale Francesco Sicari, l’Assessore Alberto Sacco, il Presidente della Circoscrizione 1 Massimo Guerrini) e l’Associazione “Quelli di…Via Filadelfia”.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.