JUVENTUS 

PRIMA AMICHEVOLE CON IL CESENA, DISASTRO RUGANI PJACA FINISCE 3-1

Un Rugani peggiorato e impresentale, un Pjaca scadente e deconcentrato sono le note negative della prima amichevole svolta dalla Juventus alla continassa contro il Cesena.

La seconda era Allegri inizia con un successo. La Juve supera 3-1 il Cesena ospitato JTC per la prima uscita stagionale, con le reti di De Winter, McKennie e Soulè e, facendo la tara con il carattere amichevole dell’impegno e le tante assenze, regala buone sensazioni: il pallone corre veloce, gli spazi vengono aggrediti puntualmente, l’attenzione in fase difensiva è alta e in avanti si vedono buone combinazioni.
SUBITO DE WINTER Con la preparazione iniziata da nove giorni e il grosso della truppa in vacanza, Allegri non può che iniziare con una formazione “sperimentale”, in cui McKennie, Under 23 a parte, è l’unico reduce della passata stagione. Il 4-3-3 schierato dal tecnico livornese non ha comunque difficolta a imporre subito il proprio gioco: il primo tiro della stagione è di Soulè, che dopo due minuti incrocia il sinistro dal limite, mettendo a lato di poco. Il secondo arriva al 5′ e già si infila nell’angolino: dopo una discesa di Felix Correia e l’appoggio di McKennie, De Winter scarica un destro di prima intenzione semplicemente imparabile. La Juve pressa alto e, nonostante la preparazione sia appena iniziata, dimostra di avere gamba e l’entusiasmo sufficiente per comandare la gara e accelerare quando i romagnoli, in rare occasioni, avanzano e concedono qualche spazio.
MCKENNIE-SHPENDI, BOTTA E RISPOSTA Soulè è uno dei bianconeri più attivi, salta l’uomo con facilità e dimostra ottima visione di gioco. Ed è lui a ispirare il raddoppio di McKennie che poco dopo la mezz’ora controlla in area, dribbla, si aggiunta il pallone e piazza il sinistro sul primo palo. Il Cesena risponde immediatamente con Shpendi che, dopo essersi visto respingere da Perin una prima conclusione, sul prosieguo dell’azione riceve la sponda di Caturano e infila il gol degli ospiti, che manda le squadre al riposo sul 2-1 per i bianconeri. ALLUNGA SOULÈ Con la ripresa iniziano i cambi. Allegri dà spazio a Pinsoglio, Demiral e Peeters, dentro per Perin, De Winter e McKennie , e il Cesena sostituisce mezza squadra. Il ritmo è “estivo” e consono a un’amichevole, ma la partita è comunque vivace e la Juve passa ancora quando Soulè cerca il sinistro dal limite, trova la deviazione di Lepri e infila in rete il terzo gol bianconero. La partita ha ancora poco da offrire, ma è piacevole e incoraggiante vedere la personalità con cui i bianconeri comandano la gara senza sbavature, costringendo fino al termine gli avversari nella propria metà campo. Ottimi segnali, da confermare già sabato prossimo contro il Monza, nella 25° edizione del Trofeo Luigi Berlusconi.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.