JUVENTUS 

ALLEGRI CONTESTATO, SI CHIEDE L’ESONERO

I numeri sono impietosi e inchiodano l’allenatore bianconero. La squadra gioca solo in difesa, in 5 partite  non ha mai segnato nel secondo tempo e il non gioco senza i top player costituisce una vergogna mondiale. In 60 anni mai un avvio così negativop. Pensare ad un esonero è molto difficile. ha 4 anni di contratto, è blindato. Ciò nonostante la tifoseria è sul piede di guerra.  Solo nella stagione 1961-62 aveva 2 punti dopo quattro giornate come oggi. In quella stagione arrivò un 12esimo posto.   Ciò che spaventa nei numeri è come la Juve in 5 partite stagionali si sia fatta rimontare per ben 3 volte da risultato di vittoria (1 sconfitta e 2 pareggi). La prossima partita con lo Spezia potrebbe essere decisiva, dove mercoledì i bianconeri avranno l’obbligo di vincere, perché non farlo scatenerebbe una rivolta senza precedenti.

Dopo l’addio di Ronaldo la Juve ha perso sicurezze e ora ha contro anche i tifosi. Perché non è mancata la contestazione dei tifosi della Juventus contro società, Allegri e la squadra. Una contestazione partita da inizio partita già con striscioni esposti prima di Juve Milan e continuata con corsi per il resto della gara dalla Curva Sud. Rapporti tesi tra la tifoseria e la società al momento con la situazione che non si sblocca. Ora sarà quasi decisiva la partita con lo Spezia.

I tifosi in rivola che chiedono alla società di mandarlo via e lanciano l’hastag #AllegriOut. Intanto, al fischio finale di Juventus-Milan, gara terminata 1-1 all’Allianz Stadium, dove i bianconeri si sono fatti rimontare per l’ennesima volta, sono partiti fischi incessanti dei tifosi che non ci stanno più.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.