JUVENTUS 

BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ALLEGRI

Ieri sera stavo guardando la partita sul tablet e mia moglie un film in TV. Ogni tanto si informava sul mio silenzio, del perché non facessi come al solito commenti sulla partita della Juve che spesso condisco con un indecente turpiloquio adeguato alle nostre indecenti prestazioni. Dopo questo silenzio tombale durato novanta minuti ho risvegliato l’atmosfera con una fragorosa risata dopo il rigore di Criscito, seguito alla clamorosa occasione fallita da Kean a porta vuota. Non c’è l’ho fatta, era troppo. Francamente dopo un risultato è una prestazione simile non vorrei arrivasse un’indagine dell’ufficio inchieste perché essendoci la Juve di mezzo c’è da aspettarsi di tutto. Mi spiace enormemente dirlo ma se fossi Salernitana, Cagliari, Spezia o Samp una partita simile farebbe gridare allo scandalo. Sono talmente incazzato che vado a pensare anche queste cose perché la Juve non può esimersi da giocare le partite al meglio delle possibilità e di conseguenza non può assolutamente essere responsabile di falsare il campionato con prestazioni vergognose o meglio indecenti. Il Genoa ha il peggior attacco del campionato ed è riuscito a farci due gol e noi continuiamo a fare partite che con il calcio non hanno nulla a che vedere e quell’essere inutile che sta in panchina continua a fa danni e provocare ferite così profonde che non so proprio come e quando potranno essere rimarginate.

Sappiamo tutti che l’organico non è composto da tutti fuoriclasse ma sarebbe più che sufficiente per battersi per lo scudetto, magari senza vincerlo ma per giocarselo sicuramente si. Invece il nostro obbiettivo è diventato il quarto posto ottenuto oltretutto con facilità disarmante grazie, come al solito, a San culo martire che ha eliminato una per una le nostre concorrenti che si sono tutte suicidate in modo incomprensibile. OK e allora tutto bene ma le prestazioni? E gli infortuni? E i giocatori rovinati o in fase di eliminazione? Non voglio più parlare del gioco perché diventerei ripetitivo e non occorre sottolineare ciò che tutti vedono, un inetto totale che continua fare danni su danni e non paga mai dazio. L’unica nota positiva è stato l’esordio nelle ultime due partite di Miretti che con le sue prestazioni ha dimostrato e sottolineato ancora di più quanto Allegri sia tagliato fuori dal mondo. Il suo esordio è stato forzato dalle assenze altrimenti non l’avremmo mai visto e il cagon ha fatto giocare un terzino come Danilo da centrocampista centrale pur di non fare giocare questo ragazzo neppure contro squadre abbordabilissime. Non riesco più a commentare questo massacro della nostra dignità e ripeto per la millesima volta che stiamo diventando delle macchiette che autorizzano ormai chiunque a prenderci per i fondelli. Vorrei essere il promotore, ma non so come si possa fare, di una manifestazione di tifosi che amano la Juve per chiedere la cacciata di Allegri senza se e senza ma, al limite proporre sullo stesso tema un referendum tra tutti i tifosi d’Italia. Mai avrei pensato di arrivare a un punto simile perché non si può sempre vincere, ci mancherebbe, ma il buon nome di questa società non può essere umiliato e massacrato da tanta inadeguatezza. Mi viene in mente ciò che organizzò Massimo Gramellini il giorno successivo all’ultima retrocessione del Toro. Una giornata dedicata all’orgoglio granata. Vi assistetti in un angolo quasi da infiltrato e vidi l’amore di questa gente per i propri colori condito ovviamente anche dal massimo disprezzo per noi “gobbi” È chiaro che di motivi per scendere in piazza ce ne sarebbero e molto più seri che non i problemi della Juve, ma mi piacerebbe tanto, raggiunta un po’ di serenità generale, tastare il polso dei sostenitori bianconeri per vedere quanto tengano ancora al buon nome dei nostri colori. Sempre forza Juve. Danilo Girardi

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.