CALCIO JUVENTUS SERIE A 

LA JUVENTUS NE FA 3 NONOSTANTE I PASTICCI DI ALLEGRI, IL SASSUOLO QUESTA VOLTA A MANI VUOTE

Nonostante errori ed orrori della pecora nera della Juventus, lo squilibrato che sta in panchina, la Juventus ha vinto con estrema disinvoltura contro un Sassuolo ancora in via di organizzazione e nettamente inferiore alla Juventus. I bianconeri hanno subito fatto capire che volevano la vittoria, fina dalle prime battute. Il decisionismo e la concentrazione con le quali la squadra è scesa in campo hanno subito indirizzato la partita anche perché subito Di Maria si è presentato con il goal del vantaggio e come Ronaldo si è sbloccato contro il Sassuolo. Allegri è un pazzo perché con una squadra così importante e forte torna al 4-4-2 di delnierana memoria, settimo posto, stesso modulo con Pirlo 4 posto e stesso atteggiamento nel girone di andata dell’anno scorso undicesimo posto prima della rimonta per il quarto posto con un altro modulo. In più gente apertamente fuori ruolo come Cuadrado isolato a sinistra e quindi lo ha dimezzato nella potenza, depotenziato nell’azione di uno contro uno. Bremer fuori dalla difesa a tre è un normalissimo difensore in special modo se impiegato nel centrosinistra La solita insalata mista.

La vittoria è arrivata perché la Juventus è molto più forte degli emiliani. Il vantaggio ad opera di Di Maria il quale schiaccia a terra un cross dalla sinistra. Il raddoppio su rigore per un fallo sui Vlahovic, il serbo raddoppia. In apertura di ripresa il Sassuolo pasticcia e Vlahovic porta a tre le reti bianconere. Il ritmo della gara rimane molto basso, il Sassuolo è tutt’altro quello ammirato gli ultimi anni allo stadium e pur prendendo iniziative sul 3-0 non risulta molto efficace e la Juventus controlla an che durante la fase delle sostituzioni durante la quale Allegri pasticcia ancora, solo lui sa cosa ha fatto, nessuno ci ha capito un bel niente. La Juventus ha dimostrato di essere la squadra più forte come uomini guidata però da uno squilibrato invertebrato sulla panchina e questo mettere a rischio la vittoria sicura del campionato. Purtroppo questa è la realtà e bisogna sperare che al più presto se ne vada. Sergio Vessicchio

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.