JUVENTUS 

ALLEGRI VERGOGNA, LA JUVENTUS NON VINCE ANZI ARRANGA

Di male in paggio, squadra non allenata, stanca, sul filo degli infortuni e messa di merda da uno sprovveduto impreparato che non sa nemmeno dove sta di casa il calcio ma è solo un socio di un’associazione ormai a delinquere che frega soldi alla Exor e sta spartendosi i soldi della plenipotenziaria padrona della Juventus. ormai campano di reddita sui nove scudetti(Agnelli) e i 5 scudetti (Allegri) e la Juventus è diventata la slot machine,il bancomat della premiata ditta Agnelli – Allegri anche se di Agnlli pensiamo tutto il bene di questo mondo per competenze, preparazione e strategia ma ora non sta facendo il presidente, sta giocando a prendersi i soldi, a monetizzare, prima di uscire di scena. Non si spiega altrimenti la presenza di Allegri sulla panchina, non c’è nessun nesso tra il calcio, la Juventus e l’invertebrato messo sulla panchina. Anche con la Sampdoria sono stare confermate le premesse, nessun tiro in porta tranne il goal annullato giustamente, purtroppo, a Rabiot. Poi nulla più.

Squadra lunga, un 4-3-3 scevro dal pressing, dalle verticalizzazioni, dalle sovrapposizioni, spazi larghi nei quali la Sampdoria è andata a nozze e a più riprese ha messo in difficoltà la vecchia signora la quale con il solo Vlahovic isolato al centro dell’attacco, con Kostic (già ridotto in un mezzo bidone da Allegri, a sinistra, Cuadrado a destra non ha impensierito i liguri. Locatelli a centrocampo è un giocatore da Juventus B come Minetti e anche Rovella elementi scarsi inseriti a partita in corso mentre Zakaria è rimasto in panchina, Arthur è rimasto a casa. Scelte incomprensibili dettate da chissà quale pazzia di questo allenatore, anzi quale allenatore, questo distruttore vergognoso. Alla Juventus viene annullato un goal, Vlahovic nell’unico pallone giocabile della partita, scatta in fuorigioco il serbo il quale con una finta manda l’avversario sul fondo e Rabiot in goal ma c’è il fuorigioco sulla sua partenza. Nel finale Quagliarella spaventa la Juventus e Kostic mette paura ai blucerchiati su assist di Jean un campione al quale l’invertebrato continua a non dare fiducia sacrificandolo sull’altare di un modulo vergognoso e inapplicabile per come lo adotta lui. Il secondo clean sheet consecutivo è l’unica nota lieta della partita. La Juventus non ha problemi ha un grosso guaio, si chiama Allegri e purtroppo lo sta pagando amaramente sia con 9 milioni all’anno, e per i risultati scadenti e non all’altezza di un nome importante come quello della Juventus. Sergio Vesicchio

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.