CALCIO COPPE EUROPEE JUVENTUS 

LA JUVENTUS A PARIGI CONTRO IL PARIS E CONTRO ALLEGRI, LE CONDIZIONI DI POGBA OPERATO IERI

Le direttive di Allegri sono l’anti calcio. L’allenatore bianconero rappresenta il vero nemico di questa squadra. L’unica soluzione possibile in questa stagione è il 3-5-2 ce lui non lo prende proprio in considerazione, una squadra fatta apposta per questo modulo, il più vincente in Italia negli ultimi 10 anni e anche in europa sta trovando molti adepti. Non si conoscono bene i giocatori che scenderanno in campo, sta di fatto che quanto si è visto fino a questo momento è davvero senza parole, una rosa formidabile della Juventue e non tira mai in porta. La partita si gioca alle ore 21,00 ed è visibile su canale 5 e sui sky.

POGBA OPERATO

Ieri, come noto, Pogba e è stato operato di meniscectomia (asportazione del pezzettino di menisco lesionatosi in ritiro precampionato). Più o meno in questi giorni, per la cronaca, sarebbe tendenzialmente rientrato in campo se all’intervento si fosse sottoposto subito dopo l’infortunio, il 25 luglio, come suggerito dalla Juventus.

Ora i tempi di recupero – se tutto andrà come auspicato – sono indicati in circa 8 settimane. Ciò significa che la data segnata sul calendario stagionale calcistico ci porta, ma guarda un po’, a Juventus-Psg allo Stadium. Un match che per il girone potrebbe dire poco (come sostiene Allegri…), per carità, ma che assume un enorme significato per il giocatore. Peraltro, dettagli non di poco conto, da lì alla sosta per i Mondiali la Juventus avrà ancora da giocare tre delicatissime partite di campionato: Juventus-Inter, Verona-Juventus e Juventus-Lazio. Non ci va uno scienziato per capire che questo trittico, lì a ridosso della sosta, potrebbe davvero rappresentare un crocevia non di poco conto per la Juventus. Un crocevia anche, se attraversato con un Pogba sano, recuperato e carico, potrebbe essere un po’ più agevole da superare. Allegri ieri non si è detto particolarmente ottimista circa un ritorno così anticipato del suo pupillo, ma Paul vuole stupirlo. Avrà pur preso una decisione sbagliata in un momento peraltro difficile, ma è pur sempre un ragazzo che ora smania dalla voglia di recuperare il tempo perso.

Poi i mondiali, ma attenzione. Non è così scontato che Pogba vi partecipi. In Francia l’umore e le considerazioni attorno al francese non sono idilliache e i media locali non fanno altro che sottolineare che – dopo uno stop di due mesi – è tutt’altro che scontato che Deschamps convochi il giocatore. Inutile nasconderlo.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.