ALTRO CALCIO JUVENTUS SERIE A 

FIORENTINA VERGOGNA VIOLA, QUANDO SI PREDICA BENE MA SI RAZZOLA MALE, FIRENZE NON PUO’ FARE LA PREDICA A NESSUNO

Siamo disgustati, ma per due motivi, sia perché a Bergamo confermano ancora una volta di essere razzisti verso il meridione e i meridionali, sia perché a parlare di razzismo non possono permetterselo tutti, soprattutto chi lo usa facendo demagogia per poi girarsi dall’altra parte in casa propria. Una strumentalizzazione quella della Fiorentina e del suo direttore generale Joe Barone che ci fa storcere il naso, perché la predica non può venire da un pulpito viola razzista. I cori contro Commisso insultato “terrone” dalla curva bergamasca hanno spinto il dg della Fiorentina a rilasciare queste dichiarazioni: “Oggi abbiamo assistito ad un episodio vergognoso, non da parte di un singolo individuato ma di tutta una curva. Non solo deve intervenire la Lega, ma anche il Coni e il Governo. Noi abbiamo combattuto il razzismo in America e oggi qui in Italia subiamo una situazione inaccettabile. Siamo disgustati e ci aspettiamo delle misure severe. L’attenzione deve essere a livello mondiale, non si può più far finta di niente”. Ad essere indignati siamo noi, caro direttore generale Barone, e anche incazzati, perché quando la Juve ogni volta gioca a Firenze come mai non si indigna quando uno stadio intero, insieme alla curva, inneggia alle vittime dell’Heysel? Perché non ha chiesto l’intervento delle istituzioni lei, il suo presidente Commisso, e il sindaco Nardella, quando uno stadio intero insultava Vlahovic chiamandolo zingaro con una guerra in corso in Ucraina dove tanta povera gente scappava dal suo paese?? Perché non si è scandalizzato quando sempre il solito stadio razzista intero, il “Franchi”, invocava il Vesuvio, cori contro San Gennaro, e insultava Napoli e napoletani in maniera razzista dandogli dei terroni e africani??? O dobbiamo andare a cacciare il video dove dopo tutto quello schifo, compreso il tentativo di aggressione a Spalletti, il signor Commisso dichiaró alla stampa che il pubblico viola aveva avuto un comportamento esemplare???? La verità e che la Fiorentina, i suoi tifosi, e i suoi cittadini sono gli ultimi che possono parlare, anzi dovrebbero rispettare il silenzio assoluto a partire dal loro sindaco Nardella, un RINNEGATO del sud che ha schifato le proprie origini e al quale consigliammo di cancellare il suo luogo di nascita sulla carta d’identità perché non degno. Allora capirete perché non possiamo sorbirci la predica di chi ha il marcio fin dentro il midollo. Il razzismo bisogna combatterlo SEMPRE in tutti i modi e in tutte le sue forme, e non solo quando si perde o lo si subisce. Barone, Commisso, Nardella e tutti i tifosi viola, farebbero bene a sciacquarsi la bocca quando parlano di determinate tematiche e a tapparsela una volta per tutte, perché non possiamo tollerare tanta ipocrisia e tanta morale da chi una morale non ce l’ha, da chi avrebbe fatto bene a intervenire soprattutto a casa propria nel suo stadio durante quei trionfi di becero razzismo. Non tolleriamo il vittimismo da chi è sistematicamente carnefice di determinate cose, ragion per cui continueremo a batterci e a urlare ad alta voce che Firenze e la Fiorentina la devono finire, la devono smettere con il loro modo di fare da sempre risaputo in tutta Italia, allora l’intervento della Lega, del Coni e del Governo, se consentite, lo richiediamo noi, in primis contro la viola razzista. Sergio Vessicchio

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.