CALCIO JUVENTUS 

PER IL GIP SULLE PLUSVALENZE LA BUONA FEDE DELLA JUVENTUS

Juventus: gip, su plusvalenze possibile buona fede
È quanto osserva il gip del Tribunale di Torino che lo scorso 12 ottobre ha respinto le richieste di misure interdittive per Andrea Agnelli e altri indagati dell’inchiesta sui conti della società bianconera

Sulla questione delle plusvalenze la Juventus potrebbe essere in buona fede. Lo osserva Ludovico Morello, il gip del Tribunale di Torino, che lo scorso 12 ottobre ha respinto le richieste di misure interdittive per Andrea Agnelli e altri indagati dell’inchiesta sui conti della società bianconera.

‘NECESSARIO UN APPROFONDIMENTO’ – Secondo quanto riportato da Ansa, alla luce degli atti disponibili in quel momento, il giudice ha scritto che se la Juventus si è davvero attenuta alla prassi standard “risulterebbe difficile ipotizzare un discostamento consapevole, e quindi in definitiva doloso, dai corretti criteri di contabilizzazione delle poste”. Per Morello è comunque opportuno “un accurato approfondimento”.

Related posts

One Thought to “PER IL GIP SULLE PLUSVALENZE LA BUONA FEDE DELLA JUVENTUS”

  1. Ervé Bambagiotti

    Ancora una volta il direttore Vessicchio ha sposato la causa sbagliata. È difficile seguire su you tube uno che, alla prova dei fatti, non ne azzecca mai una. L’ultima battaglia persa è quella su Paratici. Uno scandalo di Direttore sportivo e, probabilmente,di uomo. Insomma, dopo Moggi Paratici. E via andare

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: