JUVENTUS 

NESSUNA CONTESTAZIONE A SARRI SOLO DISAPPUNTO SUI SOCIAL,MAI PIU’ ALLEGRI ALLA JUVENTUS

Non si registra nessuna contestazione a Sarri alla ripresa degli allenamenti alla Continassa.Non si tratta di un buon momento per l’ex allenatore di Napoli e Chelsea per la mancanza di gioco della Juventus e per le copioso sconfitte della vecchia signora così ravvicinate capaci di accendere la spia pericolosa.Negli ultimi giorni si legge da più parti che il tecnico sarebbe strato contestato.Nessuna contestazione è stata fatta se non qualche recriminazione sui social iniziativa solo di tifosi delusi.La società,la digos,la polizia non hanno confermato la notizia. ALLEGRI MAI Nonostante il difficile…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

ALLEGRI E LA BCC

Dovremmo cominciare a sfatare un po’ il mito della fase difensiva di Allegri. Spiace anche doverlo dire ma se costruisci tutta la tua credibilità sulla sola fase difensiva nel tuo ciclo alla Juventus, a tuo dire l’unica vera impostazione tattica studiata lasciando il resto alle individualità, allora è facile anche sottolineare che questa famigerata fase difensiva si è basata per 8 anni sulla BBC. Guarda caso, nell’unico anno in cui è mancato Bonucci, abbiamo rischiato seriamente di perdere lo scudetto contro il Napoli pur incassando meno gol, segno che comunque…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

SARRI ALLEGRI E I TIFOSI

Noto uno strano giochino in giro tra tifosi Juventini. Ci sono quelli che fino ad ieri (ed anche oggi) criticavano Allegri senza riconoscergli i meriti avuti, oltre che in campionato, anche in Champions e che oggi criticano Sarri mettendo le mani avanti, nel caso le cose andassero male a dimostrare la propria obiettività di giudizio. Poi ci sono quelli che invece difendevano strenuamente qualunque scelta di Allegri che oggi, per paura che Sarri possa fare meglio, si catapultano sui social con furore ad ogni prestazione non eccelsa della Juve e…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

VEDOVE DI ALLEGRI ALL’ATTACCO MA DI SUPERCOPPE ACCIUGHINA NE HA PERSA PIU’ DI UNA

In un anno è cambiato tutto. Non è soltanto un modo di dire, quando si tratta di analizzare la Juventus alla vigilia di Natale del 2018 e del 2019. A partire dalla panchina: Maurizio Sarri ha preso il posto di Massimiliano Allegri e i bianconeri hanno iniziato una rivoluzione da cui difficilmente si potrà tornare indietro. Il bel gioco si è visto soltanto a fiammate in questo avvio di stagione, ma, a partire dal modo di allenarsi alla Continassa, è evidente che la filosofia Sarriana sia diametralmente opposta rispetto a quella del suo…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

PER IL MOMENTO E’ PEGGIO DI QUELLA DI ALLEGRI,ASPETTIAMO

Sarri è stato un grande intuito da parte della Juventus.Il migliore dopo Conte in circolazione e non può certo essere giudicato per tre partite fatte in condizioni di emergenza per fare soldi.Allegri aveva denunciato i disagi che causavano le tournè estive.Sarri ha dovuto mettere insieme una squadra arrabbrecciata e senza preparazione per far si che la società andasse ad incassare i 15 milioni necessari per il bilancio.Il tutto speriamo non comprometta la trasformazione che Sarri deve fare per far dimenticare lo schifo della squadra di Allegri e dare un po…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

SENZA ALLEGRI CRESCE LA QUOTAZIONE DI JUVENTUS IN BORSA

Chiamatelo, se volete, effetto Guardiola o effetto licenziamento di Allegri. Fatto sta che l’aria di novità che si respira in casa Juventus in queste settimane è stato un autentico toccasana per il titolo bianconero in Borsa. Nonostante il club rischi di uscire dal FTSE MIB, l’indice dei titoli più liquidi e capitalizzati di Piazza Affari, l’impennata delle azioni bianconere dopo l’eliminazione con l’Ajax è stata inesorabile. Come riporta Calcio&Finanza il valore delle azioni è passato in un mese e mezzo da 1,1885 a 1,5450 attuale, una crescita di valore del 30%. Più in generale dall’inizio del 2019 le azioni bianconere hanno registrato un crescita del 45%,…

LEGGI ANCORA
allegri EDITORIALE JUVENTUS 

GLI HANNO TOLTO IL GIOCATTOLO PERCIO’ ALLEGRI PIANGE.ORA SI TOLGA DAI PIEDI di Sergio Vessicchio

Un arrogante e presuntuoso che ha voluto intenerire la gente nel giorno in cui è stato cacciato fuori a calci in culo.Agnelli ha tentato invano di dargli le carazze e di metterla sull’amicizia ma non lo ha consolato.Il giocattolo Juventus nelle sue mani era troppo bello da maneggiare.Non crediamo a niente delle sue tenere parole.Ci troviamo davanti ad una persona senza scrupoli capace di far piangere giocatori,bandiere e di massacrare prospettive umane sulle quali la Juventus stava lavorando.In molti hanno la memoria corta,dimenticano presto le porcherie che ha combinato tenute…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

LA JUVENTUS CELEBRA MAX,MA E’ S0LO MARKETING

Deve farlo per prassi,per stile,per immagine.La Juventus ha celebrato uno degli allenatori più vincenti ma più spigolosi della storia ma anche uno dei più contestati dell’era bianconera.Il marketing al quale la Juventus ha legato il suo nome non deve e non può non passare per lacelebrazione che è sembrata ai più una sceneggiata. IL SITO LO CELEBRA Le strade della Juventus e di Massimiliano Allegri si dividono. Dopo cinque anni e 11 trofei. È doveroso sottolineare subito, e più volte, quanto vinto in questi anni, ma limitarsi al palmares sarebbe riduttivo per raccontare…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

JUVENTUS-ALLEGRI SI DISCUTE LA BUONUSCITA,L’ALLENATORE NON MOLLA,NON HA SQUADRA

Nella lunga e travagliata serie di incontri in successione in questi giorni si sta discutendo sulla buonuscita da dare ad Allegri messo all’angolo da Paratici e Nedved coccoclato da Andrea Agnelli e odiato,si diciamo bene odiato,dalla tifoseria.I sostenitori della Juventus non hanno paura di fare un salto nel buio perchè è passata la linea dirigenziale e cioè quella che con la rosa a disposizione si deve giocare meglio e sfruttarla meglio.Il presidente si sa è uno che ama la Juventus oltre ogni limite ad ha una riconoscenza per uno che…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

SPACCATURA SU ALLEGRI.NEDVED E PARATICI INSISTONO SULLA CACCIATA,ALL’INTERNO CI SONO RESISTENZE

L’impressione è che si apre uno spiraglio per confermarlo ma hanno paura della contestazione di domenica allo stadio e della reazione di Pavel Nedved e Paratici i quali so sono esposti per la fine del ciclo.Una cosa è certa non sono degli sprovveduti come si vuo far passare all’esterno.Proprio la chiusura a riccio su questo difficile argomento dimostra la serietà del club.La dialettica comunque è grande tra le due parti.Sono arrivati alla spaccatura su Allegri.Oltre non si può andare.La Juventus sta lavorando.I tifosi sono sul piede di guerra. WWW.CANALECINQUETV.IT

LEGGI ANCORA