CALCIO JUVENTUS 

SCANDALOSO, LA CORTE FEDERALE IGNORA UNA INTERCETTAZIONE CHIAVE PRO JUVENTUS

“No no, non c’è nessun intento…” e ancora: “Doloso no. Se loro quello stanno cercando non troveranno nulla, non troveranno nulla“. A dirlo è Stefano Bertola, all’epoca dirigente preposto alle scritture contabili della Juventus, a quanto emerge da un’intercettazione a proposito delle presunte plusvalenze, che si colloca nel contesto dell’ispezione Consob, riferita a una conversazione del 15 luglio 2021. A evidenziarla è la memoria difensiva della Juve, presentata per il ricorso alla Corte Figc di venerdì scorso. La risposta è a Federico Cherubini, in una conversazione che inizia così da parte dell’allora…

LEGGI ANCORA
CALCIO JUVENTUS 

IL CORRIERE RENDE NOTA UNA PARTE DELL’INTERROGATORIO DI CHERUBINI NON INDAGATO

Il direttore sportivo della Juventus Cherubini fu ascoltato il 27 novembre dai pm dell’inchiesta Prisma. Dagli atti depositati dell’inchiesta sui bilanci della Juventus emerge il verbale dell’audizione del Ds bianconero Federico Cherubini (che non è indagato). Il dirigente parlò per diverse ore con i Pm e tra le questioni al centro dell’interrogatorio c’è il vocabolo «finte», utilizzato rispetto alle plusvalenze, nelle intercettazioni. «Io più volte mi sono lamentato con Fabio che il valore che stavamo dando a quei giocatori non erano congrui», le sue parole riportate dall’edizione torinese de Il Corriere della Sera. Cherubini…

LEGGI ANCORA
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: