JUVENTUS 

TRAPATTONI, ALLEGRI E I VAFFA DI PLATINI

Ho avuto modo di leggere l’intervista a Michel Platini che ha risvegliato in me tanti splendidi ricordi di sue giocate meravigliose e di una squadra che per me rimane irripetibile. Devo dire che mi ha molto colpito il suo parallelismo tra Allegri e Trapattoni dove lui afferma che praticamente il livornese è l’erede del Trap  del quale applica le stesse teoria calcistiche. Io ho il difetto che non riesco a non dire ciò che penso, sono sempre stato amante del bel gioco attraverso il quale, secondo me, arrivano i risultati…

LEGGI ANCORA
EDITORIALE JUVENTUS 

DYBALA GETTA LA MASCHERA di Sergio Vessicchio

Il bidoncino, quello che chiamano la joja che quando segna fa il segno della maschera, dopo aver praticamente avuto un dorato e milionario reddito di cittadinanza per ben 5 anni disputando un terzo delle partite, è  ormai sulla strada di Milano sponda Inter per raggiungere il suo procuratore occulto, ma manco tanto, Marotta, cosa che affermiamo da molti anni, contro l’Udinese ha segnato il primo goal e non ha esultato e questo potrebbe anche starci, ha poi guardato verso la tribuna per un segno di sfida. Agnelli lo tiene sul…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

DYBALA ALL’ATTACCO DI MUNERATI E BAGGIO ,IRRANGIUNGIBILE DEL PIERO

Alessandro Del Piero guida la classifica marcatori all time della Juventus a quota 290. Inafferrabile per chiunque, dietro c’è Giampiero Boniperti a 179 e sul podio Roberto Bettega a 178. Coi due gol di ieri, Paulo Dybala è a 106, dunque supera Michel Platini e John Carles, piazzandosi all’undicesimo posto. Alla portata dell’argentino ci sono Federico Munerati e Roberto Baggio, rispettivamente fermi a 113 e 115 reti. LA CLASSIFICA DEI CANNONIERI DI SEMPRE  Alessandro Del Piero: 290  Giampiero Boniperti: 182 ***  Roberto Bettega: 178  David Trezeguet: 171  Omar Sívori: 167  Felice Borel: 161  Pietro Anastasi: 131  John Hansen: 124  Roberto Baggio: 115  Federico…

LEGGI ANCORA
COPPE EUROPEE JUVENTUS 

DYBALA: “SPERO PLATINI MI ABBIA VISTO”

L’esultanza di Dybala è diventato un remix del passato. Quella scena di Platini nella finale di coppa intercontinentale, dopo un goal annullato dall’arbitro Roth diventò un simbolo del quinquennio del francese in bianconero.   L’argentino, dopo l’1-0 allo Zenit, ha festeggiato sdraiandosi sul campo proprio come fece Le Roi per protestare contro l’annullamento della meravigliosa rete fatta in Coppa Intercontinentale nel 1985. Grazie alla doppietta contro lo Zenit San Pietroburgo, Paulo Dybala ha raggiunto quota 106 marcature personali in maglia Juventus. L’argentino ha staccato così Michel Platini (104).   L’esultanza…

LEGGI ANCORA
COPPE EUROPEE JUVENTUS 

LA JUVENTUS SI E’ QUALIFICATA PER GLI OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE,4- 2 ALLO ZENIT

    La qualificazione sa di magra consolazione, quasi una beffa. In Europa 4 su 4 in Italia la squadra è sprofondata e difficilmente può rientrare nella lotta scudetto. Mattatore della serata è Dybala con una doppietta, ma in goal ci vanno anche Chiesa e Morata. I problemi rimangono, la difesa becca ancora due goal e il 4-4-2 è ridicolo perchè penalizza la forza della squadra, i due a centrocampo non riescono a contenere gli avversari e vanno in inferiorità numerica. Tuttavia la Juventus ha cercato di fare la partita…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

PLATINI E LA ROMA ERA LA SFIDA DI ECCELLENZA NEGLI ANNI ’80

Juventus-Roma nella prima metà degli anni ’80 è stata la sfida per eccellenza del campionato italiano. Le due squadre hanno tracciato un percorso che le ha portate spesso a lottare per lo scudetto, vivendo così la fase più acuta della loro rivalità. Protagonista indiscusso di quelle sfide è stato Michel Platini, qui fotografato con il suo ex compagno Zbigniew Boniek nella gara del 1985-86, vinta dai bianconeri col risultato di 3-1. A PORTA VUOTA Il primo Juventus-Roma di Michel Platini lo vede andare subito a segno. Come se il campione francese, alla settima giornata di campionato, cogliesse immediatamente…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

BUON COMPLEANNO LE ROI, PLATINI NE FA 66

Nasceva 66 anni fa, ovvero il 21 Giugno 1955, “Le Roi” Michel Platini. Storica la sua frase nel giorno del suo addio : “Ho giocato nel Nancy perché era la mia città, nel Saint-Étienne perché era la migliore in Francia e nella Juventus perché è la migliore al mondo” Michel con la maglia della Juventus vince l’Italia, l’Europa ed il Mondo, togliendosi anche soddisfazioni personali, come 3 palloni d’oro e 3 classifiche cannonieri Un vincente, ma soprattutto un genio in campo con un’immensa ironia come quella del suo Presidente Gianni…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

BONIPERTI LEGGENDA BIANCONERA, LE SUE GESTA HANNO SEGNATO UN’EPOPEA

I Ci sono uomini la cui opera è destinata all’immortalità. Bandiere che rappresentano gruppi di persone unite dalla stessa fede. Ed a questa categoria di uomini leggendari rimarrà per sempre iscritto Giampiero Boniperti, che oggi ci ha lasciato all’età di novantatré anni. Un uomo che, prima da calciatore e poi da presidente, ha scritto le pagine più belle della storia della Juventus. La leggenda di questa compagine calcistica, nata a Torino ad inizio novembre del 1897, si intersecò e diventò un tutt’uno con la figura di Giampiero Boniperti alla fine…

LEGGI ANCORA
CALCIO JUVENTUS 

CRISTIANO RONALDO SUPERA PLATINI E APRE CON UNA DOPPIETTA/TUTTI I RECORD DI CR7 AGLI EUROPEI

Il Portogallo vnce con l’Ungheria 3-0 e Cristiano Ronaldo firma una doppietta. Platini, fermo a 9 gol in totale agli Europei, vede Cristiano allontanarsi e staccare il pass per la storia. Adesso Ronaldo diventa il primo giocatore a giocare cinque Europei, il primo giocatore a segnare in cinque Europei, il miglior marcatore nella storia del torneo. Semplicemente, il più forte di tutti. Che parte con una doppietta e sogna di arrivare a Wembley.

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

BONIEK CONTRO L’UEFA DIFENDE LA JUVENTUS: ” ANCORA QUELLA REGOLA MERITAVA DI PASSARE”

Prima di parlare da giocatore della Juventus di cui fu grandissimo interprete negli anni ottanta parla da presidente della federazione di calcio polacca e si arrabbia sull’uscita della Juventus dalle coppe. L’ex stella bianconera Boniek se l’è presa con la regola della Uefa e si è sfogato così su Twitter: “Perché la Juventus è uscita? A parte gli aspetti sportivi, solo perché c’è ancora una regola chiamata ‘goal in trasferta’. Non sarebbe ora di cambiarla?”.  L’ex calciatore polacco ha continuato parlando anche della sfortuna: “La verità è che la Juventus avrebbe potuto segnare 3-4 goal…

LEGGI ANCORA
JUVENTUS 

RONALDO COME PLATINI,INNERVOSITO DAL GIOCO DELLA JUVENTUS

Cristiano come Michel. Pure quella volta si stava giocando un Napoli-Juventus al San Paolo, e la squadra bianconera era sotto. Ad un certo punto Michel non ce la fece più e gridò a Trapattoni: “Mister, basta difenderci! Attacchiamo!”. Ma servì a poco, la Juve continuò a subire gli attacchi di Maradona e compagni, e il Napoli vinse quella partita. In un’intervista abbastanza recente il Trap confessò che spesso Platini gli aveva criticato quel modo di giocare, troppo rinunciatario e difensivista, “salvo – disse – adottare poi la stessa tattica quando divenne allenatore della Francia”. Non so…

LEGGI ANCORA
EDITORIALE JUVENTUS 

Platini ha perso la corona, ma ha ritrovato Michel di Marco Bernardini

E’ stato Le Roi con addosso la maglia numero 10. Poi, per libera scelta, anziché dedicarsi alla preservazione e alla difesa di quel “mito” che era riuscito a cucirsi addosso con indiscutibile merito decise di entrare nel Club dei Padroni del Calcio. Una scelta “politica” sostenuta dalla garanzia della sua immagine di cavaliere senza macchia e senza paura nata sui campi di gioco. Non essendo un ingenuo sapeva perfettamente a che cosa sarebbe andato incontro e quali ostacoli avrebbe dovuto superare per riuscire a realizzare, almeno in parte, il suo progetto mirato alla…

LEGGI ANCORA